Google Play Music

A un anno dal debutto negli Stati Uniti, arriva anche in Italia Google Play Music, il servizio gratuito di archiviazione di brani musicali che permetterà a tutti gli utenti (con un account Google, ovviamente) di raccogliere nel cloud fino a 20 mila canzoni provenienti dalla nostra raccolta musicale. In questo modo il nostro archivio musicale sarà sempre accessibile indifferentemente dal dispositivo che stiamo utilizzando, sia questo un Pc, un tablet o uno smartphone. Per ascoltare la musica in modalità offline è sufficiente selezionare le playlist e gli album preferiti e questi saranno disponibili sui nostri dispositivi Android. Visita Google Play Music
Come accennato, il servizio è gratuito, ma per usufruire di Google Play Music è necessario inserire un numero di carta di credito, al quale non saranno addebitati importi, ma sarà verrà utilizzata solo nel caso in cui si deciderà di acquistare musica dallo store online Google Play.

CANTAUTORI SI DIVENTA. Ma su Google Play non sarà possibile solo acquistare, ma anche vendere musica. Google, infatti, ha stretto accordi con tutte le principali etichette discografiche e con migliaia di etichette indipendenti, ora in grado di vendere la loro musica su Google Play. L’azienda di Mountain View ha realizzato un portale dedicato ai talenti musicali emergenti, che potranno vendere la musica direttamente ai propri fan.