Moto Guzzi: una fabbrica-museo per i primi 100 anni di storia

È stato presentato a Mandello del Lario un importante progetto di ristrutturazione conservativa del sito industriale di Moto Guzzi, nel quale, da un secolo esatto, viene prodotta ogni singola motocicletta del Marchio dell’Aquila. Disegnato dall’architetto e designer statunitense di fama mondiale Greg Lynn, l’intervento interesserà l’intera area. Si tratta di un progetto avveniristico, che affiancherà allo stabilimento spazi aperti e fruibili al pubblico. Sarà un centro di aggregazione della comunità, fondato su cultura, design e meccanica, con una spiccata attitudine green, propria del mondo contemporaneo.

I nuovi edifici saranno realizzati con l’utilizzo delle cubature esistenti, con una scelta di materiali improntata a una forte attenzione a una efficiente gestione delle risorse energetiche, con impiantifotovoltaici e materiali ecosostenibili. Sarà un punto di riferimento, oltre che per gli appassionati di Moto Guzzi, anche per il mondo dei giovani e del turismo internazionale che si vuole avvicinare alle fantastiche unicità delle sue moto.

L’ampliamento della capacità produttiva, in linea con l’incremento costante della domanda di mercato, andrà ad affiancarsi a una concezione completamente nuova dell’impianto di Mandello. Il progetto prevede, insieme al nuovo stabilimento, nuovi spazi congressuali, destinati a eventi interni ed esterni, oltre a un albergo e un ristorante che rendono completa l’offerta di accoglienza per visitatori attesi da tutto il mondo. I lavori saranno avviati entro il 2021, e saranno completati nella prima metà del 2025.

Nell’occasione è stata mostrata in esclusiva mondiale, la nuova Moto Guzzi V100 Mandello. Le sue linee fantastiche, la motorizzazione all’avanguardia e le più moderne tecnologie, introducono il marchio Moto Guzzi nel prossimo secolo.

Moto Guzzi V100 Mandello