Premio Eccellenza: a Carlo Barlocco (Samsung) il Business People Award 2018

Il presidente di Samsung Electronics Italia, Carlo Barlocco (sin.) riceve il premio Eccellenza dall'editore e direttore di Business People, Vito Sinopoli (foto Diana Lapin)

È Carlo Barlocco, presidente di Samsung Electronics Italia, il vincitore del Business People Award 2018, riconoscimento assegnato in occasione della nona edizione del Premio Eccellenza, promosso da Manageritalia, Cfmt e Confcommercio Imprese per l’Italia. L’onorificenza assegnata dal magazine, partner dell’evento, è la grande novità del premio che ogni due anni celebra coloro che hanno saputo esprimere ai massimi livelli l’eccellenza manageriale, d’impresa e professionale in Italia. A Barlocco Business People  ha riconosciuto una capacità manageriale indiscussa nel guidare Samsung Electronics in Italia, portando al successo i prodotti della multinazionale sudcoreana nel nostro Paese.

 

Premio Eccellenza 2018: tutti i vincitori 

La premiazione, tenutasi nella serata di venerdì 9 novembre al Teatro Dal Verme di Milano, ha visto protagonisti anche manager, aziende e professionisti scelti da apposite giurie tra quelli segnalati dai 35 mila manager di Manageritalia, dalle 800 mila imprese di Confcommercio e dalle società che collaborano con il Cfmt. Insieme a Barlocco, sul palco sono saliti anche Stefania Cimino (presidente e a.d. Roland DG South Europe), Paola Floris (direttore generale Chep Canada), Fiorella Passoni (General Manager di Edelman Italia) e Alfonso Emanuele De León (Vice President Aveda e Origins Asia-Pacific at Estée Lauder Companies).
«In un Paese povero di managerialità come il nostro, i dirigenti assumono un ruolo ancora più centrale per la ripresa e devono dare quel qualcosa in più che ci permetta di fare il salto di qualità», ha commentato Guido Carella, presidente di Manageritalia. «Quest’anno il premio per i manager riconosce spesso la capacità di creare imprese e storie di successo cavalcando la rivoluzione, non solo tecnologica, in atto. Quindi, prevale chi ha cambiato modelli di business e organizzativi, si è fatto strada all’estero e, come sempre e più di sempre, sa valorizzare e coinvolgere le persone». 

Tra le aziende vincenti, insieme alle multinazionali che hanno scommesso sull’Italia come Deloitte, Microsoft e NH Hotel Group, una realtà partenopea come Interporto Servizi Cargo, che ha puntato sul Mezzogiorno. Chiudono il cerchio le eccellenze nella formazione manageriale con Liuc Business School e Sda Bocconi School of Management.

 

C’è poi un’onorificenza speciale per manager affermati professionalmente che hanno dedicato tempo e competenze lavorando anche per l’organizzazione di Manageritalia. Manager che proprio per questo non possono concorrere al premio. A riconoscimento, passato, presente e futuro, di tutti loro sono stati premiati Ernesto Burattin, consigliere delegato di Fondazione Opera; Ugo Gatta, manager di lungo corso, oggi in pensione; Gaetano Torino, direttore Grand Hotel Sina Bernini Bristol di Roma; Carlo Romanelli, Ceo di Net Working e cofondatore European Hardiness Institute, premiato in questo senso anche da Cfmt.

 

Una serata a scopo benefico

La serata, che ha avuto come tema portante i 70 anni della Costituzione italiana e che si è conclusa con lo spettacolo Viva l’Italia , ideato ad hoc e rappresentato da famosi performer e attori, ha permesso inoltre a numerosi partecipanti di contribuire con un’offerta libera a favore della Lega Italiana per la Fibrosi Cistica Onlus.