È morto Giorgio Squinzi. Così parlò con Business People

Giorgio Squinzi nel gennaio 2013, quando ricopriva la carica di presidente di Confindustria © Getty Images

L’Italia perde uno dei suoi imprenditori più illustri. Si è spento all’età di 76 anni Giorgio Squinzi, amministratore unico della Mapei e proprietario del Sassuolo Calcio, che milita nel campionato italiano di Serie A. L’ex presidente di Confindustria – fu il numero uno degli insustriali tra il 2012 e il 2016 – si è spento nel tardo pomeriggio di mercoledì 2 ottobre all’ospedale San Raffaele di Milano, dove era ricoverato da un paio di settimane a causa del peggioramento del male che lo aveva colpito da tempo. Lascia la moglie Adriana Spazzoli e i figli Marco e Veronica, che – come riportato dall’agenzia Ansa – erano da tempo già impegnati nella Mapei, società fondata dal padre di Giorgio Squinzi. 

Giorgio Squinzi era diventato noto anche agli appassionati di calcio per la cavalcata del suo Sassuolo, acquistato nei bassifondi della serie C2 e portato a far stabilmente parte della serie A, dove sta disputando il settimo campionato di fila. Squinzi era un competente appassionato sia di calcio, sia di ciclismo. Dopo essersi progressivamente disimpegnato dal mondo delle due ruote, dove la sua Mapei è stata, per un decennio, una squadra dominante a livello mondiale, Giorgio Squinzi, tifoso del Milan, ha acquistato la squadra che giocava nella città dove ha sede il cuore produttivo della sua azienda. 

Giorgio Squinzi: l’intervista a Business People

Nel ricordare la figura dell’imprenditore, la redazione di Business People vi propone l’intervista che Giorgio Squinzi ci rilasciò nel 2011, prima di diventare il nuovo presidente di Confindustria.

+NO ALLE LOBBY VERDI: L'INTERVISTA A GIORGIO SQUINZI+