La madrina di Venezia 73, Sonia Bergamasco © Getty Images

È La La Land ad aprire (letteralmente) le danze della 73esima Mostra internazionale e d’arte cinematografica, prevista a Venezia dal 31 agosto al 10 settembre. Il musical con Ryan Gosling ed Emma Stone è stato infatti scelto per la serata di inaugurazione. «Abbiamo visionato 3.200 film e ne abbiamo rifiutati 1.450 per scegliere i 55 ammessi», spiega il direttore del festival Alberto Barbera.

I FILM IN CONCORSO. In tutto sono venti i film in concorso, di cui otto provenienti dall’America e tre dall’Italia. Il nostro Paese schiera Questi giorni di Giuseppe Piccioni, il documentario Spira Mirabilis di Massimo D’Anolfi e Martina Parenti, e la commedia dell’anglo-italiano Roan Johnson, Piuma . La giuria è presieduta dal regista Sam Mendes (American Beauty ), mentre i giurati sono l’artista e regista Laurie Anderson; lo scrittore Giancarlo De Cataldo, i registi Lorenzo Vigas e Joshuna Oppenheimer; le attrici Zhao Wei, Gemma Arterton, Nina Hoss e Chiara Mastroianni. Tra i titoli più attesi spicca il nuovo documentario di Terrence Malick: Voyage of Tim: Life’s Journey . Si dice che per realizzarlo il regista abbia impiegato 40 anni. C’è molta curiosità anche per il film sugli alieni Arrivals , per il drammatico The light between Oceans con Michael Fassbender e per lo storico Jackie dove un’ispirata Natalie Portman interpreta Jackie Kennedy. Presente anche Wim Wenders con il film in 3D Les Beaux Jours d’Aranjuez.

FUORI CONCORSO. Nutrita anche la schiera di anteprime dei film fuori in concorso: 18 in tutto. Tra questi, il nuovo film i guerra di Mel Gibson, Hacksaw , e il remake del western I magnifici sette . Spazio anche al piccolo schermo: Venezia ospita, in anteprima mondiale, i primi due episodi della nuova serie Sky The Young Pope , di Paolo Sorrentino. Possibile la presenza di Jude Law.