Orologi: Audemars Piguet e Richard Mille dicono addio al SIHH

Dopo gli addii degli ultimi anni a Baselworld – ultimo quello dell'intero Swatch Group annunciato quest'estate –, pare che sia giunta la volta del Salone Internazionale dell’Alta Orologeria di Ginevra. Due marchi importanti hanno infatti annunciato che per loro quella del 2019 sarà l'ultima partecipazione al SIHH. Si tratta di Audemars Piguet e Richard Mille.
Simili le spiegazioni diffuse dalle due Case. Si legge sulla nota di AP: «L’evoluzione dell’industria orologiera è tale che il “modello di business” di Audemars Piguet è in pieno mutamento. La Manifattura apre così un nuovo capitolo ponendo i clienti al centro della propria strategia aziendale e decidendo di stabilire relazioni dirette e personali con gli appassionati di orologi di tutto il mondo». Sulla stessa linea quanto dichiarato da Richard Mille: «Il brand Richard Mille nel corso degli anni ha rafforzato e modificato in maniera importante la sua distribuzione internazionale, attraverso l’apertura di boutiques monomarca, riducendo drasticamente il numero dei rivenditori multibrand, al fine di rispondere qualitativamente ad una domanda in costante aumento. Inoltre, l’universo dei grandi saloni non corrisponde più alla strategia di distribuzione ultra selettiva del brand».
Sono forse segnali che nel mondo in cui viviamo le grandi fiere di settore – complici i costi sempre più elevati e le nuove strategie dei brand – stanno perdendo la loro centralità? Probabilmente. Di sicuro è tempo che si rinnovino per rispondere meglio alle esigenze delle Manifatture orologiere e dei loro clienti.