Stipendi, i più alti in Lombardia. Ma per gli operai è meglio l’Emilia

Regione che vai stipendio che trovi. Siete dirigenti, quadri oppure impiegati? Allora cercate un lavoro in Lombardia. Se, invece, siete operai è meglio che optiate per l’Emilia Romagna. Sono, infatti, le due regioni che offrono le buste paga più elevate alle quattro categorie in questione: 136.779 euro è la RTA del dirigente che lavora in Lombardia contro la media nazionale di 130.679 euro; 64.368 euro quella del quadro assunto in un’azienda lombarda contro la media nazionale di 62.611; 34.039 euro la RTA di un impiegato in Lombardia rispetto ai 32.082 euro a livello nazionale; e 29.087 euro la RTA di un operaio che lavora in Emilia. A scattare una fotografia aggiornata delle retribuzioni nelle diverse zone d’Italia è la settima edizione del Rapporto sulle Retribuzioni del 2018 in Italia elaborato da OD&M Consulting, società di Gi Group specializzata in HR Consulting, da cui emerge che l’area che paga meglio in assoluto è il nord-ovest. Specie per quanto riguarda gli impiegati: con 33.232 euro di RTA gli operai del nord-ovest percepiscono il 18,4% in più dei colleghi del sud e delle isole (28.073 euro). Per i dirigenti, invece, il gap nord-sud è decisamente inferiore, tanto da aver raggiunto quest’anno il minimo nell’ultimo quinquennio (2%).

Gli stipendi dei laureati sono più alti

Secondo in classifica dopo la Lombardia è il Piemonte, sia per la retribuzione dei dirigenti, a quota 128.789 euro (-5,8%) sia per quella dei quadri, a 60.911 (-6,2%). Per impiegati e operai, il Piemonte si trova al quarto posto dopo Valle d’Aosta e Liguria, con rispettivamente stipendi a 32.271 e 26.058.
A livello di provincie, la più generosa è Milano, che paga meglio tutte le categorie, subito dietro troviamo Monza e Bergamo.
Ma chi sono i lavoratori più pagati nel nostro Paese? I dirigenti di banche e del settore finanziario, che vantano una RTA di 146.359: il 12,1% rispetto alla media nazionale. Molto bene anche i quadri, con 64.389 euro di RTA. Per quanto riguarda impiegati e operai, il settore che offre le buste paga più cospicue è l’industria: rispettivamente 35.074 euro e 27.814 euro.
I laureati godono di una retribuzione più alta rispetto ai non laureati, con una differenza che oscilla tra il 18,2% e il 19,6% sulla RTA in base agli anni di esperienza lavorativa conseguita.