Connettiti con noi

Sostenibilità

Due Picasso all’asta per beneficenza

La nipote dell’artista spagnolo venderà quadri della sua collezione privata per finanziare progetti a favore di bambini e adolescenti in difficoltà

Due opere del genio Pablo Picasso, del valore di diversi milioni di dollari, battute all’asta per finanziare progetti di solidarietà. È la decisione di Marina Picasso, nipote dell’artista spagnolo (autrice di Mio nonno Picasso) che ha scelto la casa d’aste Sotheby’s per vendere due quadri della sua collezione privata. Le opere, Femme assise en robe grise e Palette et tête de taureau, saranno messe all’asta il prossimo 6 giugno a Parigi (al momento sono esposte a Mosca, mentre dal 31 maggio potranno essere visionate nella capitale francese) e il ricavato potrebbe raggiungere anche i 5 milioni di euro.Il ricavato della vendita verrà devoluto alle nobili cause supportate da Marina Picasso, in particolare a favore di bambini e adolescenti in difficoltà, in linea con le numerose attività di beneficenza da lei supportate in Vietnam, Francia e Svizzera.

A sinistra – Femme assise (Femme assise en robe grise), 31 agosto 1943, olio su tela – Valore stimato : 2,5-3,5 milioni di euroA destra – Palette et tete de taureau, 10 dicembre 1938, olio e inchiostro su tela – Valore stimato 1,1-1,5 milioni di euro