Connettiti con noi

Sostenibilità

Chime for change, Gucci ingaggia anche Julia Roberts

L’attrice nuova testimonial del progetto no profit che la casa di moda nata a Firenze ha lanciato a sostegno delle donne e della bambine di tutto il mondo

Ha già raccolto fondi per supportare oltre 210 progetti in tutto il mondo, ma Chime for change non ha nessuna intenzione di fermarsi. Il progetto no profit che Gucci ha lanciato a sostegno delle donne e della bambine di tutto il mondo, continua ad arruolare volti noti a favore della sua causa. Parliamo questa volta di Julia Roberts, ingaggiata come nuova curatrice di Catapult.org, la piattaforma online per raccogliere fondi. Come curatrice porterà sulla piattaforma la causa che già la vede impegnata nelle vesti di ambasciatrice globale della Global Alliance for Clean Cookstoves. Si tratta di un’iniziativa delle Nazioni Unite atta a creare un mercato di nuove stufe e fornelli per 3 milioni di persone nel mondo, con l’obiettivo di tutelare coloro che sono esposti alle sostanze dannose rilasciate dai fumi di cottura. «Mi sono unita a Chime for Change in quanto sono fermamente convinta che cucinare non può essere causa di morte» ha dichiarato la star. «Uno dei miei passatempi preferiti è cucinare e cenare con mio marito e i miei figli. Quando sono venuta a conoscenza del fatto che la semplice azione quotidiana del cucinare rappresenta una condanna a morte per 4 milioni di persone ogni anno, di cui la maggior parte sono donne e bambini nei Paesi in via di sviluppo, mi sono sentita in dovere di agire. Spero che i sostenitori di Chime for Change mi aiuteranno a salvare e dare forza alle vite di milioni di donne e bambini attraverso soluzioni di vita quotidiana più sicure».

Credits Images:

Julia Roberts per Chime for change