Connettiti con noi

Attualità

Quando la ricerca fa la differenza: la pugliese MerMec approda in Giappone

Fornirà sistemi automatizzati di monitoraggio ad una tra le ferrovie migliori al mondo

Un po’ dell’Italia migliore approderà nella rete ferroviaria giapponese, la Shinkasen, un’eccellenza a livello mondiale. Sarà infatti la MerMec, azienda di stanza a Bari molto apprezzata all’estero e attentissima all’innovazione, a fornire al Giappone innovativi sistemi di monitoraggio delle linee ferroviarie.

IL PRODOTTO. La pugliese MerMec, spiega infatti il patron Vito Pertosa, è l’unica azienda al mondo in grado di costruire automotrici diagnostiche, ossia macchine in grado di monitorare le condizioni delle linee ferroviarie ad alta velocità. Tali apparecchiature permettono di risparmiare i lunghi tempi e gli altissimi costi dei tradizionali controlli e misurazioni svolti manualmente dagli operatori delle ferrovie. Le automotrici diagnostiche sono in grado di rilevare ogni singola micro-frattura ai binari e di misurare i cavi elettrici con precisione assoluta.

RICERCA E INNOVAZIONE. Un successo tutto italiano che ha il suo segreto negli investimenti: la MerMec, infatti, punta sulla divisione ricerca e sviluppo, in cui vengono investiti il 12% dei guadagni. L’azienda pugliese guarda da sempre all’estero, ma non per delocalizzare. Infatti, la prima grossa commessa nel settore dell’elettronica, dell’optoelettronica e della sensoristica ai sistemi di monitoraggio delle ferrovie, che ha fatto la fortuna dell’azienda, venne dalla Norvegia. Ora, MerMec si è espansa, e, tra le altre imprese, partecipa a missioni spaziali, progetta mini-satelliti che hanno raccolto l’interesse di Google e produce velivoli biposto in fibra di carbonio.