Connettiti con noi

Attualità

Ignazio Visco nuovo governatore di Bankitalia

Nomina inaspettata per il direttore generale di via Nazionale, ma apprezzata da tutti, soprattutto da palazzo Koch che spingeva per una scelta interna

Anche per Bankitalia è valso il detto “chi entra Papa esce cardinale”; a sorpresa Ignazio Visco è stato scelto come nuovo governatore della Banca d’Italia al posto dell’uscente Mario Draghi. Superata quindi la concorrenza di Vittorio Grilli, direttore generale del Tesoro (appoggiato dal ministro Giulio Tremonti e dalla Lega Nord), quella di Fabrizio Saccomanni (che sembrava in pole come scelta interna a Bankitalia), ma anche quella del membro Bce Lorenzo Bini Smaghi, l’outsider, una nomina che non avrebbe accontentato nessuno se non Nicolas Sarkozy che, dopo Jean-Claude Trichet, spinge per avere un candidato francese nel board della Banca centrale europea. Alla fine il compromesso Visco accontenta tutti: la scelta di uno degli altri candidati aveva troppe implicazioni politiche; l’attuale direttore generale della Banca d’Italia non era il candidato di nessuno e proprio per questo alla fine è quello che poteva raccogliere maggiori consensi. La candidatura di Visco nasce nelle ultime ore, proprio al Quirinale, quando il capo dello Stato, Giorgio Napolitano, fa chiaramente capire al presidente del Consiglio Silvio Berlusconi che serve una soluzione il più possibile condivisa, che salvaguardi l’indipendenza di via Nazionale e che sia dunque libera da condizionamenti interni o esterni. La nomina, sicuramente di alto profilo, è stata approvata da più parti politiche, ma anche dal Consiglio superiore di Bankitalia. “Soddisfatta” anche Confindustria che – ultimamente polemica nei confronti del governo – con Emma Marcegaglia ha sottolineato la “grande professionalità” di Visco. “È una persona interna a Bankitalia, quindi certamente in grado di garantire l’autonomia e l’indipendenza che noi abbiamo sempre visto come valori fondamentali”.

Il curriculum di Ignazio Visco

Credits Images:

Palazzo Koch, sede della Banca d'Italia