Fiera di Vicenza e Rimini Fiera, ok alla fusione

Il nome della nuova realtà che nascerà dai due poli resta top secret. Lorenzo Cagnoni sarà presidente e amministratore delegato. Matteo Marzotto sarà vice presidente

C’è il via libera alla fusione tra la Fiera di Vicenza e Rimini Fiera. I Cda hanno approvato il documento che dà formalmente il via all’integrazione tra le due poli che ospitano eventi come Vicenza Oro, Rimini Wellness e il Meeting per l’Amicizia fra i Popoli. Sull’integrazione le assemblee dei soci dovranno dare il loro assenso entro la fine dell’anno.

Il nuovo soggetto, si precisa in una nota, assumerà una denominazione ancora top secret. Gli accordi raggiunti prevedono la conferma di Lorenzo Cagnoni come presidente e amministratore delegato e l’ingresso di due membri espressi da Fiera di Vicenza in consiglio. Uno di questi sarà il presidente Matteo Marzotto che assumerà il ruolo di vice presidente della nuova società. “Sono particolarmente soddisfatto del risultato raggiunto”, ha commentato Marzotto. “È il frutto di un grande lavoro di squadra, che dà il via a un processo di fusione tra due grandi player di settore, che con questa operazione, cambieranno i paradigmi del sistema fieristico italiano, valorizzando un progetto industriale di grande levatura”.

© Riproduzione riservata