Connettiti con noi

Attualità

Equitalia, in arrivo 300 mila “Cartelle amiche”

Dopo i test di febbraio, estesa a tutta Italia l’operazione che permette ai cittadini di rateizzare il proprio debito senza dover fare code agli sportelli. Dilazioni da un minimo di 12 a un massimo di 72 rate

Equitalia lancia l’operazione “Cartella amica”. Sebbene possa suonare singolare il riferimento a un rapporto potenzialmente amichevole tra la cartella esattoriale e il contribuente chiamato a pagare le tasse, le nuove buste di Equitalia vengono effettivamente incontro ai cittadini in quanto permettono di rateizzare il debito “in automatico”. Dunque, niente più file agli sportelli per richiedere una dilazione all’Agenzia delle Entrate: nelle 300 mila cartelle amiche inviate in tutta Italia è già presente il modulo. L’operazione è già stata testata, in via sperimentale, lo scorso febbraio nelle città di Varese, Firenze e Lecce. Adesso viene estesa a tutta Italia, a eccezione della sola Sicilia dove l’agenzia di riscossione non è presente.

CHI PUÒ AVVALERSI DELLA RATEIZZAZIONE. La rateizzazione può essere scelta da coloro che non hanno mai fatto richiesta di rateizzazione e il cui debito è compreso tra i 600 euro e i 50 mila euro. Le rate vanno da un minimo di 12 tranche a un massimo di 72 (sei anni) e la cifra minima non può scendere sotto i 50 euro. Una volta compilato il modulo, non sarà necessario recarsi per forza agli sportelli: si può anche inviarlo tramite raccomandata a.r. o via posta elettronica certificata (Pec).

CAMBIA ANCHE IL MITTENTE. A differenza di quanto avveniva in passato, non saranno più Equitalia Sud, Centro e Nord a gestire e inviare le rispettiva cartelle esattoriali: le tre realtà si sono fuse dando vita a Equitalia Servizi di riscossione Spa, partecipata da Agenzia delle Entrate e Inps.