Calcio in lutto, morto Giorgio Chinaglia

La bandiera della Lazio stroncata a 65 anni da un arresto cardiaco

È morto Giorgio Chinaglia. L’ex centroavanti, protagonista con la Lazio dello storico (nonché primo) scudetto conquistato nella stagione ’73-’74, è morto nella mattina di domenica primo aprile in Florida dove viveva dal 2008 quando, coinvolto in un’inchiesta su una scalata alla Lazio di Lotito da parte di clan camorristici, era stato colpito da un mandato di arresto per riciclaggio. Gli sono stati fatali problemi di cuore. Dopo l’impianto di 4 stent in ospedale, era tornato a casa ma è stato stroncato da un infarto.

Nato a Carrara il 24 gennaio del 1947, Chinaglia aveva cominciato a giocare in Galles, nello Swansea City, per poi tornare in Italia nella Massese, passare quindi all’Internapoli, e da lì alla Lazio, dal ‘69 al ‘76, per finire la carriera nei Cosmos di New York. Con la maglia azzurra, 14 presenze e 4 gol.

© Riproduzione riservata