Bsh Elettrodomestici: a Milano un nuovo headquarter per nuove sfide

La sede milanese di Bsh Elettrodomestici è stata progettata per mettere al centro il benessere delle persone, il capitale più importante di ogni azienda. Una testimonianza dell’impegno del gruppo per i dipendenti, l’ambiente e, in generale, il nostro Paese, come spiega il Ceo, Enrico Hoffmann

Enrico-Hoffmann-Ceo-Bsh-Elettrodomestici

Nonostante il 2022 sia stato difficile, caratterizzato da impasse di forniture, aumenti dei prezzi delle materie prime, incremento dei costi logistici ed energetici, Bsh Hausgeräte GmbH ha registrato per il terzo anno di fila un fatturato record, pari a 15,9 miliardi di euro (+2,5% rispetto all’anno precedente, 4,2% al netto degli effetti del cambio). Una crescita dovuta anche all’aumento delle vendite in tutte le regioni, Italia compresa.

Un risultato eccellente, considerato il periodo complesso, che spinge l’azienda a guardare al futuro con ottimismo, fissando nuovi ambiziosi target da raggiungere. «Il nostro obiettivo per quest’anno è continuare a crescere in modo redditizio in tutte le regioni e categorie di prodotto», ha affermato il Ceo Matthias Metz. «Oltre a gestire il significativo aumento dei costi, nei settori dell’energia, dei materiali e del personale, l’attenzione è rivolta a rendere le nostre catene di approvvigionamento ancora più resilienti».

Il nuovo headquarter Bsh Elettrodomestici a Milano

In questo contesto globale, il nostro Paese rappresenta certamente un mercato importante per il gruppo. Ne è una prova l’investimento fatto per lo sviluppo del nuovo Headquarter di Milano, appena inaugurato e fortemente voluto, come spiega Enrico Hoffmann, Ceo di Bsh Elettrodomestici, per concretizzare la volontà dell’azienda di mettere al centro il proprio capitale umano: «Le aziende sono fatte di persone, emozioni, ispirazione, esperienze. E spesso si dice che sono proprio le persone il capitale più importante delle aziende. Per noi di Bsh non sono solo parole, ma fatti concreti. Per questo lo stimolo a fissare nuovi obiettivi è da sempre un nostro leitmotiv, la necessità di una evoluzione e trasformazione continua a favore di una gestione sostenibile che vede sempre le persone al centro», ha dichiarato a Business People.

«Ed è proprio dalle persone che è nato lo spunto iniziale per la progettazione della nuova sede. Il precedente luogo di lavoro era considerato non più in linea con le esigenze aziendali di oggi. I vecchi uffici riflettevano ancora una cultura ormai superata, con spazi chiusi per ogni reparto, su piani diversi, dirigenti “separati” in uffici singoli e assenza di aree comuni dove incontrarsi e lavorare insieme. Il tutto in un ambiente impersonale, non più attraente e che non rispecchiava il cambiamento del modo di lavorare accelerato nel periodo post Covid».

Nuovi uffici per un nuovo modo di lavorare

Il progetto, affidato allo studio Loop Design, è stato concepito come un unico spazio di co-working moderno e dinamico per favorire il benessere delle persone in un contesto lavorativo innovativo e diverso dagli schemi abituali. «Abbiamo così voluto creare un ambiente caldo e accogliente, che stimolasse le persone a venire in azienda volentieri», spiega Hoffmann. «Il concetto di open space su un unico piano è stato vincente sin da subito per abbattere qualsiasi tipo di barriera o divisione, favorendo la collaborazione e la comunicazione tra tutte le persone a prescindere dalle funzioni. La scrivania libera con massima flessibilità di scelta ha praticamente eliminato la logica del reparto e ha “appiattito” le gerarchie. Non esistono più uffici riservati a manager e dirigenti, e non ci sono privilegi nella scelta degli spazi. Allo stesso tempo, sono a disposizione numerose sale riunioni di diverse dimensioni, tutte equipaggiate con impianti di videoconferenza con facili soluzioni di connessione e utilizzo per agevolare la nuova dimensione del lavoro ibrido».

La Genius Room

Le diverse sale meeting sono dedicate ai quattro brand Bosch, Siemens, Gaggenau e Neff e alle più note zone di Milano. C’è poi la Genius Room, con elementi di seduta a gradinata modulari e versatili, pensata per gli incontri di brain storming e per la nascita e lo scambio di nuove idee. Sono inoltre disponibili “Phone booth” per effettuare teIefonate riservate in un ambiente confortevole e a elevato isolamento acustico. Infine, un accogliente ristorante aziendale e parcheggi sotterranei sono a disposizione di collaboratori e ospiti.

«Personalmente mi ritengo molto soddisfatto», osserva il Ceo. «Ci siamo trasferiti da poco, ma ritengo che il mood sia già fortemente positivo e, devo dire, oltre ogni aspettativa. Abbiamo voluto creare un luogo dove le persone sono al centro, e ritengo che l’approccio di tutti verso questa nuova cultura sia stato naturale e immediato, lasciando alle spalle qualsiasi dubbio o scetticismo iniziale. Tutti vengono in azienda più volentieri e hanno apprezzato da subito la flessibilità e la particolarità di questi nuovi spazi».

Un occhio di riguardo per la sostenibilità

Inoltre, lo styling, personalizzato con le grafiche e i colori del nuovo Corporate Design Bsh, è ricco di elementi naturali che ricordano l’impegno del Gruppo per la sostenibilità. I nuovi uffici, sviluppati su una superficie complessiva di 2 mila metri quadri, si trovano al primo piano del Campus Bosch Italia, nella zona residenziale Portello, e l’edificio è stato infatti scelto anche per rispondere ai principi di sostenibilità ambientale di BSH, che dal 2020 si è posta l’obiettivo di azzerare l’impronta di CO2 in tutte le sue sedi produttive e commerciali. «La fornitura di elettricità verde dell’edificio proviene esclusivamente da fonti rinnovabili», puntualizza Hoffmann. «Inoltre, un costante monitoraggio dei consumi energetici, attraverso applicazioni da remoto, prevede un risparmio di circa 120 Mwh nel 2023 in tutto il building». Da segnalare, sempre in chiave di risparmio energetico, anche il sistema d’illuminazione led a sensori, per un comfort visivo ottimale e che varia in base all’intensità della luce nei diversi momenti della giornata, con spegnimento automatico in assenza di movimento; così come il sistema di climatizzazione e ricircolo d’aria automatico, che fornisce temperature ideali degli ambienti in ogni stagione.

Le Officine della Formazione

Ma, come già detto, l’aspirazione al costante miglioramento è insita nel Dna di Bsh, di conseguenza le novità non finiscono qui. A breve, al piano terra del building, saranno inaugurate le Officine della Formazione dove collaboratori, clienti e partner verranno ispirati dai prodotti e dalle innovazioni più recenti dei marchi del gruppo con incontri e training dedicati. «Penso che sarà importante portare avanti e curare questa evoluzione nel tempo, interpretando i contesti e anticipando i cambiamenti», conclude Enrico Hoffmann. «E sono certo che l’ispirazione arriverà sempre dalle persone. È per questo che dedico a tutti noi questo nostro progetto, con una nuova storia da raccontare a chi la vive ogni giorno e a chi vorrebbe farne parte perché, ricordando uno dei claim di Bsh, vogliamo semplicemente far sorridere le persone».


Questa intervista è tratta da Business People di maggio 2023, scarica il numero o abbonati qui

© Riproduzione riservata