L’italiana Francesca Carlesi scelta per il rilancio di Revolut

La manager, co-fondatrice della fintech Molo, nominata Chief Executive Officer della società che punta a tracciare la strada per il futuro del digital banking

Francesca-Carlesi-Revolut

Sarà l’italiana Francesca Carlesi ad assumere l’incarico di Chief Executive Officer di Revolut, fintech britannica che opera nell’Eurozona come banca (attraverso una licenzia bancaria rilasciata dalla Lituania), ma che nel Regno Unito non è ancora riuscita a ottenere la licenza bancaria.

Anche per questo, si precisa in un articolo del Sole 24 Ore, è stata chiamata Carlesi, manager assai nota nel mono del digital banking. Il suo approdo in Revolut, a partire dal mese di dicembre, avviene in una fase delicata per il gruppo che, oltre a essere in attesa da quasi tre anni della licenza bancaria negli Uk, per il secondo anno consecutivo ha dovuto rinviare l’approvazione del bilancio.

Il profilo di Francesca Carlesi

Carlesi ha conseguito un PhD in Banca e Finanza all’Università di Roma, un Mba (Hons) alla Columbia University e un diploma alla Harvard Kennedy School of Government. Professionalmete ha trascorso più di 15 anni nel settore finanziario, ricoprendo ruoli senior in Deutsche Bank e Barclays, nonché presso McKinsey & Co. e Bridgepoint Capital. Più recentemente, ha fondato ed è stata Ceo di Molo, il primo erogatore di mutui ipotecari completamente digitale del Regno Unito.

“Revolut è il futuro del digital banking”, ha commentato Francesca Carlesi. “Ci sono così tante opportunità di crescita e non potrei essere più entusiasta di aprire la strada al Regno Unito. Abbiamo in programma grandi cose”.

© Riproduzione riservata