Monti si sospende a tempo dalla Bocconi

L’università milanese rende nota la decisione del neo presidente del Consiglio di lasciare il suo incarico da presidente in ateneo per la durata del suo mandato al governo

Come fece Giovanni Spadolini, ex presidente dell’università Bocconi dal 1976 al 1994, in occasione del suo incarico di ministro della Pubblica istruzione nel quinto governo Andreotti (marzo 1979-agosto 1979)*, anche Mario Monti, appena designato come presidente del Consiglio, si sospende dalle funzioni di presidente dell’ateneo milanese. Le funzioni di presidente per questo periodo, annuncia una nota della Bocconi, vengono assunte dal vice presidente, Luigi Guatri. Il professor Monti, sempre su sua richiesta, è stato inoltre sospeso dalle funzioni di consigliere di amministrazione dell’Istituto Javotte Bocconi Manca di Villahermosa – Associazione Amici della Bocconi per la durata del suo incarico al governo.

* Il senatore Spadolini aveva invece continuato a esercitare le funzioni di presidente della Bocconi sia durante i due governi da lui presieduti (Spadolini I dal 28 giugno 1981 al 22 agosto 1982; Spadolini II dal 23 agosto 82 al 30 novembre 82) sia nel ruolo di Presidente del Senato (dal 24 aprile 1992 al 14 aprile 1994).Il senatore Spadolini era stato nominato senatore a vita il 1° maggio 1991.

© Riproduzione riservata