Meeting, Mattarella chiude la 44° edizione: svelate date e titolo per il 2024

Il Presidente della Repubblica ha visitato la Fiera di Rimini per l'ultimo giorno della manifestazione per l'amicizia tra i popoli

Cala il sipario sula 44° edizione del Meeting per l’amicizia fra i popoli, evento promosso dall’omonima fondazione a partire dal 1980 negli spazi della Fiera di Rimini. Il titolo scelto per quest’anno è stato “L’esistenza umana è un’amicizia inesauribile“, frase tratta dal saggio di Don Luigi Giussani “Il cammino al vero è un’esperienza” ed ha attirato migliaia di partecipanti.

Secondo i dati riportati nel comunicato finale della manifestazione, questa edizione ha registrato un afflusso di pubblico superiore all’affluenza pre-pandemia. Grazie anche all’ampliamento delle superfici (da 105 a 120mila metri quadri), i 100 convegni e i 400 relatori italiani e internazionali, oltre alle 15 mostre e i 17 spettacoli organizzati hanno raggiunto un totale di oltre 800mila prenotazioni. Tanti gli ospiti presenti, tra i quali anche uno particolarmente d’eccezione: il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

In visita oggi venerdì 25 agosto 2023 alla Fiera di Rimini, la più alta carica dello Stato ha dichiarato: «Quest’anno il Meeting ribadisce la sua ragione fondativa: Meeting per l’amicizia fra i popoli, come suona il suo nome per esteso. Ce n’è bisogno. Fate che speranza e amicizia corrano anche sulle vostre gambe e si diffondano attraverso le vostre voci». La visita di mattarella, ha sottolineato il presidente del Meeting Bernald Scholz, insieme al messaggio di Papa Francesco all’inizio dell’evento e all’incontro con presidente della Cei, cardinale Matteo Zuppi, «sono per noi un grande onore e un forte incoraggiamento al nostro impegno per il dialogo, nella costruzione di amicizie fra le persone e fra le culture e nella ricerca di vie per la pace».

Lo stesso presidente ha riassunto poi così gli snodi cruciali di questa cinque giorni: «Siamo grati di aver potuto dialogare in questo Meeting sulle tante sfide che siamo chiamati ad affrontare nella prospettiva di quella “amicizia inesauribile” che il Papa ha definito “un tema audace” perché va nettamente controtendenza, in un tempo segnato da individualismo e indifferenza, che generano solitudine e tante forme di scarto».

Infine, sono state svelate anche le date e il titolo della 45° edizione del Meeting. L’appuntamento è per l’anno prossimo sempre tra il 20 e 25 agosto 2024 negli stessi spazi, mentre il titolo scelto è “Se non siamo alla ricerca dell’essenziale, allora cosa cerchiamo?“, una citazione tratta dal romanzo “Il passeggero” del recentemente scomparso scrittore statunitense Cormac McCarthy.

© Riproduzione riservata