Connettiti con noi

Attualità

Eredità Berlusconi: i figli trovano l’accordo sulle ville

Immobiliare Idra, che gestisce almeno quattro immobili dell’ex Cavaliere, passa a Fininvest Real Estate. La maggior parte del patrimonio è stata così distribuita

Villa-San-Martino-Arcore Villa San Martino ad ArcoreCredits: Photo by Stefano Guidi/Getty Images

I figli di Silvio Berlusconi avrebbero trovato un’intesa sulla spartizione dell’importante patrimonio immobiliare dell’ex Cavaliere e fondatore di Fininvest. Immobiliare Idra, che gestisce almeno quattro grandi dimore appartenute a Berlusconi – la villa di Arcore, Villa Certosa in sardegna, Villa Belvedere a Marcherio e Villa Grande a Roma – passerà sotto il controllo di Fininvest Real Estate per un controvalore di circa 400 milioni di euro. A vendere sarà la Dolcegrado Spa, società che fa capo direttamente alla famiglia.

Come riportato da la Repubblica, dall’accordo tra i figli di Berlusconi sull’eredità è possibile che i fratelli interessati potranno comprare le ville da Fininvest Real Estate sulla base dei valori peritali e non a quelli di mercato. È il caso, ad esempio, della Villa di Macherio. L’immobile che ospitato Silvio Berlusconi insieme a Veronica Lario e i figli Barbara, Eleonora e Luigi – e dove venne registrato il video della famosa discesa in campo in politica del 1994 – verrà acquistata da Barbara Berlusconi per una cifra pari a 25 milioni di euro.

Pier Silvio potrebbe dar seguito all’interessamento per Villa Grande sulla via Appia a Roma (ex villa Zeffirelli), mentre Marina Berlusconi ha già acquisito Villa Campari a Lesa sul Lago di Garda e Luigi villa Borletti in via Rovani a Milano.

Se, come probabile, sarà ceduta Villa Certosa in Sardegna, dentro il perimetro di Fininvest Real Estate resterà Villa San Martino ad Arcore, che i figli hanno deciso di non vendere. È possibile che, oltre a ospitare le riunioni di famiglia, Arcore diventi la sede di una Fondazione in ricordo del padre.