Bending Spoons, ecco la nuova sede di Milano “desiderata” dai dipendenti

La multinazionale digitale svela i nuovi spazi realizzati sulla base dei desideri e delle esigenze espresse dagli stessi spooner.

Bending-Spoons-Milano-sedeLa nuova sede di Bending Spoons in Via Nino Bonnet a Milano Simone Furiosi

Circa 240 postazioni di lavoro individuali, ma anche 25 sale metting, 12 aree per i focus group, 9 focus room individuali dal design eclettico, 7 cabine insonorizzate e 2 aree relax. Sono alcuni dei numeri della nuova sede di Bending Spoons appena inaugurata a Milano, nel quartiere di Porta Nuova.

Un’inaugurazione che fa seguito a un progetto da 8,5 milioni di euro, guidato dallo studio di architettura e design d’interni milanese Nomade Architettura, e realizzato sotto la direzione lavori del general contractor Taramelli.

Dentro la sede di Bending Spoons a Milano

Situato in Via Nino Bonnet, a pochi passi dalla precedente sede di Corso Como, lo spazio si sviluppa su tre piani in un edificio moderno sviluppato e gestito da Coima. La nuova sede ha ottenuto uno dei più alti riconoscimenti di sostenibilità ambientale e benessere degli occupanti, aggiudicandosi le certificazioni Leed e Well-Gold. Tra gli spazi anche 3 terrazze private, un fasciatoio per neonati con area allattamento, oltre a una mensa multifunzionale con area giochi e bar.

“Ci siamo proposti di creare uno dei migliori spazi di lavoro di questa dimensione al mondo”, ha dichiarato Nicolle Wasserman, responsabile di progetto per Bending Spoons. “La prova definitiva sarà vedere come si troveranno gli Spooner (i dipendenti di Bendint Spoons, ndr), ma crediamo di essere potenzialmente riusciti nel nostro intento. Ogni decisione su ogni dettaglio è stata incentrata sulla funzionalità e sull’estetica e fortemente guidata dai desideri e dalle esigenze espresse dagli stessi Spooner. Questo ufficio,” ha aggiunto, “è più di un semplice spazio fisico per supportare e ispirare i nostri Spooner. È una manifestazione del nostro impegno per il loro potenziale e la loro crescita”.

Una settimana per vivere il nuovo ufficio: l’invito agli Spooners

Gran parte del progetto è stato realizzato su misura “per soddisfare gli elevati standard dell’azienda in termini di funzionalità ed estetica, e ogni dettaglio serve a promuovere un ambiente che ispiri e favorisca collaborazione, produttività e concentrazione elevate”, ha commentato Selina Bertola, Lead Architect and Founder di Nomade Architettura. “Insieme a Bending Spoons, siamo andati oltre il design d’ufficio convenzionale per creare uno spazio che rispecchi veramente i valori e le aspirazioni della società e degli Spooner”.

La nuova sede accoglierà tutti gli Spooner, italiani e internazionali, che risiedono a Milano. A marzo, l’azienda inviterà tutti gli Spooner che lavorano da remoto in diverse parti del mondo a trascorrere una settimana in città per vivere il nuovo ufficio, coprendo tutti i costi di viaggio e alloggio.

Bending Spoons utilizzerà gli spazi anche per ospitare molte delle iniziative e degli eventi organizzati dall’azienda, inclusi quelli dedicati alle donne che perseguono una laurea in informatica, e ad altri studenti promettenti provenienti dall’Italia e da tutta Europa.

© Riproduzione riservata