Connettiti con noi

Lifestyle

Una baby dal cuore verde

Presentata a Eicma 2011 Belumbury Dany è la citycar ecologica, intelligente e tutta italiana

architecture-alternativo

Sogni e speranze di una nuova casa automobilistica racchiuse in appena tre metri di lunghezza. Belumbury, neonata azienda italiana, ha scelto il palcoscenico dell’Eicma per il lancio del marchio e di Dany, una citycar quattro posti tutta italiana che racchiude in poco più di tre metri una proposta per la mobilità sostenibile. Prodotta a Roma dall’azienda dell’imprenditore Stefano Maccagnani, Dany è un concentrato di tecnologia che nasce dal contributo creativo e tecnico dell’Università di Camerino, dall’esperienza nel campo della progettazione di auto di Picchio, con la collaborazione di Carcerano, che ha curato il design degli interni ed il restyling della carrozzeria. EICMA 2011, tutte le novitàIl suo status di “minicar” a passo lungo la colloca nella categoria del quadriciclo pesante, ma è a tutti gli effetti riconducibile al segmento A dell’automobilismo tradizionale. In termini di sicurezza attiva, infatti, non è paragonabile a nessun’altra vettura della stessa categoria. Fondo piatto, baricentro basso e distribuzione equilibrata dei pesi garantiscono stabilità al veicolo, mentre il sistema di sospensioni e la dotazione di quattro freni a disco fanno di Dany un’utilitaria a tutti gli effetti. Il frontale dell’auto è stato dotato di un crash box in materiale composito (carbonio e alluminio) in grado di assorbire dolcemente l’energia d’urto, limitando così le brusche decelerazioni trasmesse ai passeggeri in caso di scontro frontale. Anche nell’eventualità di un tamponamento, i sedili posteriori sono protetti da un elevato spazio deformabile. Due le versioni: termica ed elettrica. Il motore elettrico di Dany è alimentato da batterie Li-ion a fosfato di ferro che, oltre a rispondere ad alti requisiti di sicurezza e capacità, garantiscono alla vettura un’autonomia di 180 Km con una ricarica. In termini di consumi la spesa per fare un pieno alla Dany elettrica ammonta a 2 € e per la ricarica occorre disporre di una qualsiasi presa della corrente. Per quanto riguarda la versione termica, invece, il propulsore è un bicilindrico a benzina di 503 cm³ a trazione posteriore e la trasmissione è affidata ad un cambio a variazione continua.La minicar di casa Belumbury promette di far breccia nel cuore degli automobilisti che quotidianamente si trovano ad affrontare le insidie del traffico metropolitano: è piccola, agile e sicura. Inoltre, la sua vocazione green la rende anche economica sul fronte dei consumi. Il che, di questi tempi, non guasta.Scheda tecnica di Dany (versione elettrica e termica)

Scarica le App