Stromae, la magia che fa ballare

È arrivata anche in Italia l’ultima fatica dell’artista ritenuto da molti il nuovo Charles Aznavour. Per non parlare delle affinità con Jacques Brel

Per chi se lo fosse perso ai tempi del suo primo album, che conteneva la hit Alors on Danse, esce in Italia anche il secondo lavoro di Stromae, Racine Carée. Una delle novità più interessanti del panorama europeo arriva dal Belgio, è la storia di un ragazzo che si merita tutto il successo che ha raggiunto in patria e all’estero. Ha talento, passione e qualcosa di magnetico in tutta la sua persona, oltre all’abilità di incastrare ritmi ipnotici e ballabili con liriche molto forti, e qui il paragone con Jacques Brel non si riferisce solo alla voce e alla sua figura alta e spigolosa. Originale ricerca di un’identità e delle proprie radici in un crogiuolo di culture, che vedono andare perfettamente d’accordo la Eurodance anni ’90 con i ritmi senza tempo del Mediterraneo.

© Riproduzione riservata