Pitti Uomo 2018 diventa un film

Le date di Pitti Uomo 2018: dal 9 al 12 gennaio al via l'edizione numero 93 del Salone che metterà in scena il Pitti Live Movie

Dal 9 al 12 gennaio: ecco le date di Pitti Uomo 2018. La piattaforma più importante a livello internazionale per le collezioni di abbigliamento e accessori uomo, nata Firenze nel 1972, torna con l’edizione numero 93. Sono attesi 1.230 marchi, di cui 541 sono stranieri e 227 tra nomi nuovi e rientri alla fiera. Classico e contemporaneo, ultime novità e linee da businessman si incrociano alla Fortezza da Basso. Sergio Colantuoni, direttore creativo del progetto estetico e di design della fiera, ha ideato per questa edizione il Pitti Live Movie e negli stand gli faranno eco mille inedite interpretazioni tema a caratteri cinematografici. Un viaggio onirico tra realtà e finzione con un Palazzo del Cinema e delle Vanità Maschili.

Pitti Uomo: ecco le date 2018

Nelle quattro date di Pitti Uomo 2018 – 9-12 gennaio – prenderanno vita 14 sezioni del salone su 60 mila metri quadri della Fortezza da Basso. Dal Padiglione Centrale agli altri siti della fiera sono attesi più di 30 mila visitatori di cui oltre 24.300 compratori. Pitti Uomo è infatti prima tappa per i trend dell’autunno-inverno 2018-2019, che passa idealmente il testimone poi a Milano Moda Uomo dal 12 sera creando la vera settimana della moda maschile italiana. «Prima Pitti Uomo, poi le sfilate a Milano e il lavoro negli showroom, noi italiani siamo fortissimi, nessuno ci può battere» è l’augurio di Brunello Cucinelli da sempre protagonista sul palcoscenico fiorentino.

Tra gli eventi collaterali di Pitti Uomo, non si può non citare il galà offerto oggi 8 gennaio dal Centro di Firenze per la Moda Italiana e dal suo presidente Andrea Cavicchi per 300 super vip. Attesa anche per l’apertura del Gucci Garden in Piazza della Signoria con lo chef stellato Massimo Bottura e il riallestimento del Gucci Museo. Da non perdere lo spettacolo Fashion is Art di Felice Limosani, promosso dal Lanificio Luigi Ricceri alla Galleria dell’Accademia domani sera. Il protagonista? Niente meno che il David di Michelangelo.

© Riproduzione riservata