Connettiti con noi

Lifestyle

Ispirazione principesca per la donna Lardini

La maison marchigiana sceglie Charlotte Casiraghi come musa per la collezione primavera-estate 2014

«È 
Charlotte 
Casiraghi 
la 
musa
 ispiratrice
 della 
nostra
 collezione
 primavera-estate 2014:
 acqua
 e
 sapone, 
ama 
le
 cose
 semplici
 ma 
trasmette
 sempre
 una
 misteriosa 
eleganza».

Sono queste le parole con le quali Luigi 
Lardini,
 diretto re
creativo
 del 
gruppo
 della moda marchigiano, presenta la nuova collezione femminile a marchio Lardini. Per
 la 
sua 
seconda 
uscita, 
Lardini donna
 guarda 
con
 attenzione
 allo 
studio 
e 
allo 
sviluppo 
della 
giacca,
 declinandola 
in
 modelli 
strutturati 
e 
non.
 Costruite 
e 
sartoriali,
 dalle 
linee
 e 
dai
 volumi
 estremamente 
femminili,
 si
 alternano
 a 
capi
 classici,
 monopetto
 o 
doppiopetto,
 d’ispirazione
 maschile, 
tra 
i 
quali
 un 
modello 
oversize 
destrutturato
 e
 con 
la
 spalla 
scesa,
 che
 sembra
 rubato 
dall’armadio
 di
 un 
uomo.


 Completano 
la 
collezione
 dei 
capospalla,
 cinque 
spolverini 
con
 vestibilità 
e 
lunghezze
 diverse:
quasi 
retro,
a 
forma
 d’uovo,

 con
 maniche 
¾ 
e
 piccoli 
revers;
 dalle 
line e 
semplici
 ed
 essenziali,
 dove 
il 
tessuto
 prende 
il 
sopravvento per 
i 
disegni 
e 
i 
colori. 

I 
pantaloni 
‐

 morbidi
 e 
ampi 
con 
la 
vita
 alta;
 asciutti
 con 
la
 gamba 
dritta;
 corti
 sopra 
la 
caviglia 
o
 shorts 
con 
risvolto 
– 
sono 
da
 portare 
con
 maglie 
in
 seta 
con 
microfantasie 
a 
righe 
o 
a 
quadretti
 e 
da 
alternare
 a
 abiti
 essenziali 
senza 
maniche, 
scollati 
o 
a 
mezza
manica 
con
 gonna 
a
 pieghe.

 Ricordano 
la 
femminilità 
i 
lini, 
i
 cotoni
, 
le 
sete 
in 
micro
fantasia 
o 
in
 disegni 
jaquard

 declinati 
nei
 colori
 pallidi
 dei
 rosa, 
dei
 celesti
 e
 dei 
naturali, 
alternati
 a 
tinte
 più
 vivaci
 e 
decise
 come 
l’arancio, 
anche 
flou, 
i 
blue,
 i
 neri
 e 
i 
grigi.

Il gruppo Lardini che Luigi ha 
creato 

insieme 
ai
 fratelli
 Andrea, 
Lorena 
e 
oggi
 Annarita,
 prevede
 di 
archiviare 
il
 2013
 con 
un 
fatturato 
di 
58 milioni
 di euro (+5,45%).