Ryder Cup: uno scontro tra vecchio e nuovo mondo

Ryder Cup 2018

Questo articolo è parte di 

Ryder Cup 2023: Roma va in buca


La Ryder Cup è il principale evento mondiale di golf. Si tiene ogni due anni e riunisce due squadre di 12 membri da Stati Uniti ed Europa, le quali per tre giorni si sfidano su un palcoscenico mondiale. Con 91 anni e 42 edizioni di storia, la Ryder Cup è tra gli ultimi grandi eventi sportivi professionali. Ventisette le vittorie degli Stati Uniti contro le 14 europee. In totale sono state giocate, nell’ambito della Ryder Cup, 1012 partite con 363 giocatori coinvolti.

Fu l’imprenditore inglese Samuel Ryder a sponsorizzare la prima edizione del torneo, nel 1927, e a consegnare alla storia il suo stesso nome. Nata come una gara sportiva tra giocatori di golf statunitensi e inglesi, dal 1979 la Ryder Cup è stata estesa al resto dell’Europa continentale, trasformandosi così in epico scontro tra Vecchio Continente e Nuovo Mondo.

L’ultima edizione si è tenuta nel 2021, sul campo di Whistling Straits, nel Wisconsin (Usa), e ha visto trionfare gli Stati Uniti capitanati da Steve Stricker per 19-9, il margine più ampio in una vittoria dal 1979. Al Marco Simone, il prossimo autunno, ci sarà Zach Johnson a guidare il team americano, già vicecapitano nell’ultima edizione. Troverà l’ex numero uno del ranking mondiale Luke Donald nel ruolo di capitano del team Europeo.

© Riproduzione riservata