Rolex: l’innovazione senza tempo di Oyster Perpetual Datejust

Tutto quello che c’è da sapere su questa pietra miliare dell’orologeria che, dalla sua creazione nel 1945, non ha mai smesso di reinventarsi

Rolex-Oyster-Perpetual-Datejust-41

L’innovazione al servizio dell’eleganza. Si può definire così il Datejust di Rolex, un’icona dell’orologeria che in quasi 80 anni di storia non ha mai smesso di reinventarsi, attraversando le epoche con stile. Presentato nel 1945, l’Oyster Perpetual Datejust rappresenta una pietra miliare per gli appassionati di segnatempo, l’archetipo dell’orologio classico secondo Rolex. Ma quali sono le caratteristiche che hanno reso il Datejust un punto di riferimento per l’intero settore? Proviamo a riepilogarle in questo articolo.

Rolex e “la scienza applicata all’orologeria”: il lancio di Oyster Perpetual Datejust 

Al polso di uomini e donne facoltosi, ma anche di figure di spicco come Winston Churchill, Dwight D. Esenhower e Marting Luther King, l’Oyster Perpetual Datejust ha attraversato intere epoche senza perdere mai il suo tocco moderno. “Si tratta dell’apice della scienza applicata all’orologeria. Il segnatempo concentra, infatti, tutte le scoperte fatte fino a oggi”, è la frase con cui il fondatore di Rolex, Hans Wilsdorf, aveva accompagnato il lancio del Datejust. Una frase non di circostanza. Nel 1945, infatti, questo Rolex rappresentava la quintessenza della tecnologia orologiera, perché rappresentava il concentrato di tutti i principali traguardi raggiunti dal marchio svizzero fino a quel momento: movimento certificato cronometro, meccanismo di carica automatica, cassa impermeabile e visualizzazione della data all’interno di un’apposita finestrella sul quadrante.

Il Datejust è stato il primo orologio da polso cronometro, automatico e impermeabile a indicare la data all’interno di una finestrella a ore 3 sul quadrante. La lente di ingrandimento Cyclope pensata appositamente per il datario è stata solo una delle innovazioni create appositamente per il modello che hanno fatto di questo orologio un classico intramontabile.

Innovazione e varietà al servizio dell’eleganza

Come accennato, l’Oyster Perpetual Datejust è stato la vetrina di alcune innovazioni emblematiche del know how di Rolex. Nel corso degli anni l’orologio non ha mai smesso di reiventarsi, presentando numerose configurazioni estetiche in grado di adattarsi perfettamente alla personalità di chi lo indossa.

Il bracciale Jubilee

Progettato appositamente per l’Oyster Perpetual Datejust nel 1945, il bracciale Jubilee viene realizzato anche per celebrare il 40° anniversario di Rolex. Flessuoso e confortevole, questo bracciale metallico a cinque file è parte integrante dell’identità del Datejust. Abbinato a un fermaglio invisibile Crownclasp o a un fermaglio Oysterclasp, il bracciale Jubilee sottolinea l’eleganza intramontabile di questo modello. Il Datejust è disponibile anche con bracciale Oyster, oppure, nelle versioni in metallo prezioso, con bracciale President.

La lente d’ingrandimento Cyclope

Progettata per migliorare la leggibilità del datario, la lente d’ingrandimento Cyclope è una firma al contempo estetica e tecnica del marchio. Questa invenzione di Rolex, che deve il suo nome ai giganti con un occhio solo della mitologia greca, è brevettata agli inizi degli anni 50 e presentata per la prima volta nel 1953 sul Datejust. Proprio come una lente d’ingrandimento, offre un migliore comfort di lettura della data. Inizialmente in plexiglas, dagli anni 70 è realizzata in vetro zaffiro, proprio come il vetro dell’orologio. Praticamente anti-scalfitture, oggi il vetro zaffiro beneficia di un doppio trattamento antiriflesso che lo rende ancor più efficace.

I quadranti del Datejust

Proponendo un’ampia selezione di quadranti, il Datejust offre la maggior varietà di combinazioni tra tutti gli orologi Rolex. Impreziositi da diamanti o realizzati in madreperla, adornati con motivo a foglie di palma, decorazione scanalata o con finitura soleil, i molteplici volti del Datejust sono disponibili in un’ampia gamma di materiali, colori e motivi. Sono dotati di indicatori delle ore di vario tipo (indici, numeri romani o numeri arabi) e molteplici possibilità di incastonatura. Portabandiera dell’identità e della leggibilità degli orologi Rolex, tutti i quadranti del marchio sono sviluppati internamente per garantire risultati ottimali.

La lunetta

Liscia, zigrinata, bombata o con diamanti: le numerose declinazioni della lunetta del Datejust consentono a questo modello di riflettere la personalità di chi lo indossa. È uno degli elementi più visibili dell’orologio e uno degli aspetti più emblematici del know-how di Rolex. Può essere rivestita di diamanti taglio brillante, selezionati dagli esperti che lavorano internamente affinché, una volta incastonati, possano esprimere tutta la perfezione della loro lucentezza. La lunetta zigrinata è realizzata in oro 18 ct giallo, bianco o Everose.

Rolex: la cassa Oyster e i calibri Perpetual

La cassa Oyster del Datejust di 31 mm, 36 mm e 41 mm di diametro e garantita impermeabile fino a 100 metri di profondità, è un esempio di robustezza e di affidabilità. La carrure è ricavata da un blocco massiccio di acciaio Oystersteel, una lega particolarmente resistente alla corrosione, o di oro 18 ct. Il fondello con scanalature sottili è avvitato ermeticamente con un apposito strumento; in questo modo, solo gli orologiai abilitati da Rolex possono accedere al movimento. La corona di carica Twinlock, dotata di un sistema di doppia impermeabilizzazione, è saldamente avvitata alla cassa. La cassa Oyster del Datejust, completamente impermeabile, protegge in modo ottimale il movimento che ospita.

I modelli Datejust ospitano il calibro 2236 (Datejust 31) o il calibro 3235 (Datejust 36 e Datejust 41), movimenti meccanici a carica automatica interamente sviluppati e prodotti da Rolex. Questi movimenti vantano numerosi depositi di brevetto e garantiscono prestazioni elevate a livello della precisione, dell’autonomia, della resistenza agli urti, del comfort di utilizzo e dell’affidabilità.

L’organo regolatore del calibro 2236 e del calibro 3235 è dotato di un bilanciere a inerzia variabile tarato con estrema precisione grazie ai dadi Microstella in oro. È saldamente sostenuto da un ponte passante regolabile in altezza per un posizionamento estremamente stabile e una maggiore resistenza agli urti. Inoltre, l’organo regolatore è montato sul dispositivo antiurto Paraflex ad alto rendimento, sviluppato da Rolex e brevettato.

Il calibro 2236 integra la spirale Syloxi in silicio, prodotta dal Marchio e brevettata, mentre il calibro 3235 comprende una versione ottimizzata della spirale Parachrom blu, realizzata da Rolex in una lega paramagnetica. Oltre a essere resistenti ai campi magnetici elevati, queste due spirali vantano una grande stabilità rispetto agli sbalzi di temperatura.

Il calibro 2236 e il calibro 3235 dispongono del modulo di carica automatica con rotore Perpetual che garantisce la carica continua della molla del bariletto e fornisce, così facendo, un’energia costante grazie ai movimenti del polso. Il primo vanta una riserva di carica di circa 55 ore, mentre il secondo beneficia di una riserva di carica di circa 70 ore grazie all’architettura del suo bariletto e al rendimento superiore del suo scappamento.

Oyster Perpetual Datejust: un Cronometro Superlativo

Come ogni orologio Rolex, il Datejust vanta la certificazione di Cronometro Superlativo ridefinita da Rolex nel 2015. Questo titolo attesta che ogni orologio che esce dai laboratori del marchio ha superato con successo una serie di test condotti da Rolex nei suoi laboratori secondo i propri criteri. Questi test di certificazione riguardano l’orologio nel suo insieme, dopo l’incassaggio, e ne garantiscono le prestazioni superlative al polso a livello di precisione, impermeabilità, carica automatica e autonomia.

Lo status di Cronometro Superlativo è simboleggiato dal sigillo verde che accompagna ogni orologio Rolex insieme a una garanzia internazionale di cinque anni. La precisione di ogni movimento – che ha ottenuto il certificato ufficiale di cronometria del Contrôle Officiel Suisse des Chronomètres (Cosc) – è nuovamente testata da Rolex dopo la sua messa in cassa per soddisfare criteri ben più rigorosi di quelli della certificazione ufficiale. La precisione di un Cronometro Superlativo Rolex, quindi, è nell’ordine di -2/+2 secondi al giorno; lo scarto tollerato dal Marchio per un orologio finito è di gran lunga inferiore a quello ammesso dal Cosc per la certificazione ufficiale del solo movimento.

© Riproduzione riservata