Connettiti con noi

Gusto

Aste di vini, brindisi tra Bolaffi e Slow Food Editore

Nasce a Torino la partnership tra la casa d’aste e il marchio del gusto italiano, insieme per la promozione e valorizzazione delle etichette di qualità

Si svolgerà a Torino a fine ottobre, in occasione del Salone del Gusto e Terra Madre (in programma dal 23 al 27 ottobre presso i Padiglioni di Lingotto Fiere), la prima asta di vini frutto della partnership Aste Bolaffi, la controllata di Bolaffi specializzata nelle vendite all’incanto, e Slow Food Editore

Il ‘brindisi’ tra le due realtà mira ad unire la competenza e l’esperienza dell’associazione no profit, che guiderà la compilazione delle descrizioni tecniche del catalogo e la ricerca delle produzioni vinicole più interessanti, e l’expertise della casa d’aste, su cui si baserà la parte commerciale della vendita.

Un traguardo importante per dare al vino italiano il giusto valore, non solo nel gusto ma anche a livello di investimento. Nonostante sia una delle bevande più amate, un elemento immancabile sulle tavole del mondo intero nonché un vanto del made in Italy all’estero, il vino è infatti solo raramente visto come degno di essere collezionato.

Spiegano bene la situazione italiana le parole di Filippo Bolaffi, a.d. del Gruppo Bolaffi: «In Italia, secondo Paese al mondo per importanza vinicola, siamo ai margini del mercato dei “Vini da collezione“: è un controsenso. Credo che esista un importante spazio per attirare molti compratori dall’estero e al contempo avvicinare a questo mondo nuovi collezionisti nostrani. L’accordo con Slow Food Editore ci permette, fra l’altro, di dare il giusto prestigio a quelle realtà italiane degne di essere collezionate ai più alti livelli, che oggi non trovano ancora spazio nei cataloghi d’asta ma che in futuro si potrebbero rivelare ottimi investimenti».

Per brindare a questo evento non mancherà la location delle grandi occasioni: la prima asta di vini si terrà infatti presso la Sala Bolaffi (via Cavour) che tradizionalmente ospita le vendite di francobolli, monete, arredi e dipinti. E i bicchieri saranno sicuramente pieni di vino di qualità.

Credits Images:

© Getty Images