Un miliardo di ore di Cassa integrazione nel 2010

A ottobre si registra un aumento del 44,2% rispetto ai primi 10 mesi del 2009. Boom anche dei cassaintegrati: 600 mila di cui 250 mila metalmeccanici

L’effetto della crisi economica influisce ancora sulle imprese, ma soprattutto sui lavoratori italiani: da gennaio a ottobre il monte ore della Cassa integrazione ha sfondato il tetto di un miliardo di ore, il 44,2% in più rispetto allo stesso periodo del 2009, quando le ore sono state circa 712 milioni. I dati, raccolti dal dipartimento Settori produttivi della Cgil, registrano stabilmente in cassa integrazione 600 mila lavoratori, dei quali ben 250 mila metalmeccanici, colpiti da un taglio netto del reddito per oltre 3,9 miliardi di euro, ovvero 6.750 euro a testa. A “incidere ancora pesantemente” sul quadro occupazionale, segnala il sindacato, è la “costante e inarrestabile” crescita della cassa integrazione in deroga che è tornata ad aumentare con un monte ore, nel mese di ottobre pari a 34.374.368, con un incremento del 6,36%. Da gennaio ad ottobre sono state invece autorizzate oltre 320,2 milioni di ore, con un incremento nei primi dieci dell’anno del 295,9%. Le Regioni maggiormente esposte sono la Lombardia con 78.147.195 ore da inizio anno (+202% sul 2009) e l’Emilia Romagna con 45.772.191 ore (+109,9%).

© Riproduzione riservata