Stipendi, Tronchetti Provera il manager più pagato del 2009

Lo scorso anno il presidente di Pirelli ha incassato più di 5,5 milioni di euro. Al secondo posto l’ex presidente di Fiat, Luca Cordero di Montezemolo, solo un quarto posto per Sergio Marchionne. Tra i banchieri record dell'ex ad Unicredit, Alessandro Profumo. La tabella completa dei supermanager

Con 5,644 milioni di euro incassati, Marco Tronchetti Provera è il manager italiano più pagato del 2009. È quanto emerge da uno studio Uilca, il sindacato bancari Uil che, sulla base dei dati pubblicati nei bilanci societari, ha messo a confronto gli stipendi dei manager delle società quotate. Subito dietro al presidente di Pirelli si piazza Luca Cordero di Montezemolo (nel 2009 presidente Fiat) che lo scorso anno ha guadagnato dal Lingotto 5,177 milioni, terzo posto per l’ex presidente di Generali, Antoine Bernheim, che lo scorso hanno ha ricevuto una busta paga da 5,084 milioni. Tra le 29 società quotate prese in considerazione dallo studio, l’amministratore delegato di Fiat, Sergio Marchionne, guadagna il quarto posto (4,782 milioni di euro), seguito dal presidente e amministratore delegato di Finmeccanica, Pierfrancesco Guarguaglini con 4,712 milioni.Compensi ultramilionari sono quelli dell’amministratore delegato dell’Eni, Paolo Scaroni (4,2 milioni nel 2009) e dell’amministratore delegato di Generali, Giovanni Perissinotto (3,7 milioni). Solo ottavo il presidente di Mediaset, Fedele Confalonieri (3,5 milioni), preceduto dall’amministratore delegato di Fonsai, Fausto Marchionni (3,6 milioni) e seguito da Cesare Geronzi che nel 2009 era presidente di Mediobanca (3,3 milioni).

La tabella dei superstipendi dei manager

Profumo il più pagato tra i banchieriNon bastava la super buonuscita da 40 milioni, secondo lo studio Uilca l’ex ad di Unicredit, Alessandro Profumo, è stato il banchiere più pagato del 2009 con oltre 4,2 milioni. Nello studio, la Uilca sottolinea come il compenso 2009 dell’amministratore delegato di Unicredit sia stato pari a circa 150 volte lo stipendio medio di un dipendente bancario (circa 30 mila euro lordi in un anno). Se si considera un settore con buste paga dei dipendenti più leggere come quello metalmeccanico il divario aumenta ancora: un lavoratore metalmeccanico poteva contare infatti, l’anno scorso, secondo i dati Istat su 21.600 euro lordi, oltre 250 volte in meno rispetto all’amministratore delegato della Fiat. Se si guarda alla classifica dei banchieri più pagati (stilata a parte dalla Uilca rispetto a quelli delle altre società quotate) è Corrado Passera il top manager più pagato dopo Profumo con oltre 3,8 milioni di euro nel 2009, compenso che torna a livelli del 2007 dopo un calo a circa tre milioni di euro nel 2008 anno più nero della crisi.

Scarica il rapporto completo di Uilca

© Riproduzione riservata