Connettiti con noi

Lavoro

Aziende: qui lo stage è un affare

Rimborsi fino a 1.100 euro, buoni pasto, laptop e notebook aziendali: sono alcuni dei servizi cui hanno diritto i tirocinanti di certe imprese

Nell’immaginario comune stage è sinonimo di sfruttamento. E, in effetti, a volte è così, perlomeno in Italia. Ma non sempre. Ci sono alcune aziende che offrono ai loro tirocinanti non solo la possibilità di crescere e imparare a fondo, ma anche di guadagnare un buono stipendio. Quali? Secondo la guida Best Stage, pubblicata come ogni anno dalla Repubblica degli Stagisti, fra le imprese che registrano le migliori performance per i giovani c’è sicuramente la Ferrero. Il gigante del cioccolato nato ad Alba, infatti, riconosce un contributo spese che non ha nulla da invidiare ad alcune buste paga: 1.000 euro netti mensili sia per i tirocini extra curricolari sia per quelli curricolari. Non solo. Se il ragazzo vive a più di 70 km dalla sede di lavoro ha diritto anche a un contributo per l’alloggio. E non finisce qui. I selezionati possono contare pure su altri benefit, fra cui la mensa, il laptop aziendale, lo sportello commissioni e lo spaccio aziendale. Senza dimenticare che il 43% dei tirocinanti viene assunto dopo lo stage.

Fare lo stage qui conviene

Ottime prospettive anche per chi sceglie Nike Group: l’azienda specializzata nella trasformazione dei sistemi di Internal Governance riconosce 1.000 euro di rimborso spese e pc aziendale. E, a fine stage, assume il 90% dei giovani. Condizioni simili per gli stagisti di EY: la società di consulenza e revisione offre un rimborso spese mensile di 850 euro e buoni pasto del valore di 7 euro. Solo nel 2017 il colosso mondiale ha accolto 560 tirocinanti, il 90% dei quali è stato assunto al termine del periodo di formazione. In Tetra Pak, la retribuzione mensile prevista per i giovani è di 800 euro, che diventano 1.100 euro per i fuori sede. Anche i tirocinanti dell’azienda specializzata nel packaging alimentare hanno il 90% di probabilità di essere assunti dopo lo stage. La stessa percentuale di assunti di Prometeia, società di consulenza che offre 950 euro netti per gli stage extra curricolari e 470 per quelli curricolari. Altre aziende top dove fare stage sono: Medtronic, Magneti Marelli, Mars, Mercer, Spindox, Everis.

Che cosa dice la legge a proposito degli stage

Per legge, a chi svolge uno stage extra curricolare spetta un’indennità minima di 300 euro al mese, ma la cifra varia da regione a regione. Per esempio, nel Lazio il rimborso spese minimo previsto è di 800 euro al mese, mentre in Lombardia è di circa 500 euro. Ogni azienda, poi, ha facoltà di decidere autonomamente.Secondo i dati del ministero del Lavoro, nel 2017 in Italia sono stati attivati circa 368mila tirocini, il 31,5% dei quali si è poi trasformato in un rapporto di lavoro. Il boom di stagisti si è registrato in Lombardia, seguita da Veneto, Lazio, Piemonte ed Emilia-Romagna.