Roger Federer sale in cattedra: così si vince dentro e fuori dal campo

Il campione ha rivolto quattro insegnamenti ai giovani, in una lectio magistralis che ha intitolato “Tennis Lessons”, utilizzando efficaci metafore sportive per dare consigli di vita

Roger Federer sale in cattedra: così si vince dentro e fuori dal campoRoger Federer sul palco dell'Università di Dartmouth nel New Hampshire

L’ex campione di Tennis, Roger Federer, con una lunga tunica nera dal colletto bianco, tipica divisa da college americano, ha tenuto un discorso di 25 minuti domenica scorsa, in occasione della consegna della Laurea honoris causa in Lettere all’Università di Dartmouth nel New Hampshire, con cui ha fatto ridere, piangere e riflettere una platea di circa 11 mila persone.

Il campione sportivo ha voluto intitolare la sua lectio magistralis rivolta soprattutto ai giovani  “Tennis Lessons”. Ha cominciato con alcune battute che hanno strappato un sorriso a tutti, come “essere diventato Dottore è la mia più grande vittoria di sempre”.

E così il primo insegnamento di “Re Roger” consiste nell’importanza dell’impegno e del sacrificio: “Ho lavorato duro per rendere facile il mio tennis. Ho passato anni a lamentarmi… imprecare… a lanciare racchette… prima di imparare a mantenere la calma”.

Poi Roger Federer ha parlato del fatto che bisogna saper perdere: “Ho cercato di non perdere ma mi è capitato di perdere, talvolta anche spesso. Per me, una delle più grandi sconfitte è stata la finale di Wimbledon nel 2008. Io contro Nadal. Alcuni lo hanno definito il più grande match di tutti i tempi. Con tutto il rispetto che nutro per Rafa, penso che sarebbe stato molto meglio se avessi vinto io…”.

La terza lezione è che la vita va oltre il campo: “È importante avere una vita oltre al proprio lavoro, è importante conoscere, avere amici, avere una famiglia. Motivato da mia madre sudafricana, ho fondato una fondazione per dare potere ai bambini attraverso l’istruzione”.

Federer ha lasciato un ultimo consiglio ancora ai ragazzi, utilizzando metafore tennistiche che possono essere applicate ai propri sogni e alla quotidianità: “Nella vita come nel tennis bisogna sempre variare i colpi. Io sono diventato un ex giocatore di tennis, voi invece siete il futuro. Siate gentili gli uni con gli altri… divertitevi e qualunque cosa deciderete di fare fatela sempre al massimo”.

© Riproduzione riservata