Connettiti con noi

Lavoro

Lavoro in Italia: un 2016 a segno più per occupazione e disoccupazione

Il bilancio dell’Istat sui 12 mesi: aumentano gli occupati, soprattutto tra i lavoratori dipendenti, ma anche i disoccupati. A diminuire sono gli inattivi

Nel 2016 in Italia sono aumentati sia gli occupati che i disoccupati. Possibile? Sì, a fronte di una diminuzione del numero di inattivi, ovvero di quelle persone che non fanno parte delle forze di lavoro, che non cercano un’occupazione. In base ai dati Istat relativi a dicembre 2016, si conferma la tendenza all’aumento del numero di occupati (+1,1% su dicembre 2015, pari a +242 mila). La crescita tendenziale, si precisa dall’istituto di statitistica, è attribuibile ai lavoratori dipendenti (+266 mila, di cui +111 mila i permanenti, +155 mila quelli a termine) e coinvolge sia le donne sia gli uomini, concentrandosi tra gli ultracinquantenni (+410 mila). Nello stesso periodo aumentano i disoccupati (+4,9%, pari a +144 mila) e calano gli inattivi (-3,4%, pari a -478 mila).