Connettiti con noi

Lavoro

Ferrero e Google i datori di lavoro ideali per i giovani italiani

La possibilità di imparare all’interno di un ambiente innovativo, creativo e dinamico è ciò che attrae maggiormente le nuove generazioni

Ferrero e Google: sono queste le due aziende più ambite dai nostri giovani. A dirlo la quindicesima edizione della ricerca Most attractive employer” condotta da Universum Global, società svedese leader nell’employer branding, che ha coinvolto più di 40.600 studenti di 44 università italiane e 11.400 professionisti sparsi su tutto il territorio nazionale con l’obiettivo di individuare i datori di lavoro più attrattivi per gli studenti e per i giovani professionisti, con esperienza compresa tra 2 e 12 anni. L’azienda più desiderata in assoluto è Ferrero, prima in tutto il mercato del largo consumo (FMCG) e particolarmente attrattiva per i giovani professionisti con formazione economica. I punti di forza maggiormente apprezzati? Il fatto di essere italiana, innovativa, di successo sui mercati internazionali e attenta a temi come la qualità e l’ambiente. Per i professionisti con formazione scientifico-ingegneristica, invece, l’azienda ideale è Google, che conquista la medaglia d’oro, davanti ad Amazon, Microsoft e, ancora una volta, Ferrero. Per quale ragione Google piace così tanto? Perché rappresenta l’innovazione e, al tempo stesso, un datore di lavoro che “fa curriculum”: poter vantare un’esperienza in questa azienda permette di avere molte porte spalancate.

Dopo Ferrero e Google, Apple e Ferrari

Se dai giovani professionisti si passa agli universitari, le cose non cambiano di molto. Gli studenti di economia e quelli di scienze e ingegneria concordano sui primi due posti: entrambe le categorie assegnano la medaglia d’oro a Google e quella d’argento ad Apple (che lo scorso anno era il vincitore assoluto). Per quanto riguarda la medaglia di bronzo, invece, sono in disaccordo: per i primi spetta a Ferrero, mentre per i secondi a Ferrari. Infine, chi sta seguendo un percorso universitario di stampo umanistico pensa che il datore di lavoro ideale sia Mondadori.In tutti i casi c’è una caratteristica che, secondo i nostri laureandi, fa la differenza ed è l’innovazione: ai loro occhi le imprese che puntano su questo fronte sono quelle più apprezzabili. In classifica compaiono anche Rai, P&G, Unilever, Samsung, Allianz, UniCredit, Leo Pharma, HP Inc., adidas e Sky. Le aziende migliori per le attività organizzate nei campus universitari sono risultate essere: KPMG, Accenture, EY, Chiesi, LIDL, Generali, The Boston Consulting Group, Pirelli, Coca Cola HBC, Dallara, ST Microelectronics, Siemens, Brembo, Bosch, PwC, Intesa Sanpaolo, BNL – Gruppo BNP Paribas, GSK, Deloitte.