Connettiti con noi

Lavoro

Il manager? Me lo faccio in casa

Cresce il numero di Corporate academy nelle aziende italiane, per costruirsi dipendenti e manager su misura

Le Corporate academy crescono sempre di più in Italia. Luoghi di eccellenza, dove trasmettere la filosofia aziendale per costruirsi dipendenti e manager su misura risolvendo in parte il problema del recruiting di risorse dall’esterno. Si tratta di vere e proprie scuole dove attraverso formazione e esperienza diretta si può conoscere e comprendere una realtà unica come ogni azienda è.

Corporate academy, il manager me lo faccio in casa

Tra le Corporate academy più note ci sono il Wellness Institute di Technogym, la Danieli Academy e la Eni Corporate University, ma non mancano esempi più piccoli seppur di uguale eccellenza come la la Scuola del Molino di Molino Quaglia e l’Università del caffè di Illy. Le nel 2015 erano, secondo i dati raccolti da Assoknowledge e Università La Sapienza, oltre 40. Oggi hanno superato quota 100, come riporta il Corriere della Sera.

Alcune strutture realizzano corsi tecnici, manageriali o di comunicazione per incrementare il know-how dei dipendenti e dall’altra parte rinsaldare la cultura aziendale. Altre corporate university, invece, offrono anche percorsi formativi dedicati ai professionisti del settore (Landi Renzo forma lì gli installatoridei suoi impianti a gas per auto).

Rapporto con le scuole

Spesso le Corporate academy creano collaborazioni con le scuole (sia le medie superiori sia le università) per gestire l’orientamento e il reclutamento delle risorse e contenere il rischio che la formazione sia troppo autoreferenziale grazie al rapporto con il mondo accademico. Per esempio, Forno d’Asolo ha inaugurato la FDA Academy per governare il cambiamento nel mondo dell’alimentazione e ha stretto per questo una collaboraizone sistemica con i 20 istituti alberghieri del Veneto.

Credits Images:

L'Università del Caffè di Illy è uno degli esempi più noti di Corporate academy italiane