Connettiti con noi

Hi-Tech

Ifa 2013, a Berlino dal 6 all’11 settembre

Presentati in anteprima obiettivi e novità della fiera dell’elettronica di consumo, giunta alla sua 53 esima edizione

Si svolgerà dal 6 all’11 settembre 2013 l’Ifa, storica fiera berlinese di elettronica di consumo ed elettrodomestici, giunta alla sua 53 esima edizione. Per anticiparne trend, contenuti e novità, Messe Berlin e Gfu, gli organizzatori dell’evento, hanno realizzato un appuntamento dedicato alla stampa internazionale, svoltosi in Sardegna nel weekend del 20 e 21 aprile.Fra le novità più significative, lo slittamento delle date della fiera “circa una settimana dopo rispetto al solito; una scelta presa anche per agevolare i visitatori dei Paesi del Sud Europa, che in questo modo avranno più facilità a partecipare”, ha affermato Christian Goeke, Coo di Messe Berlin, dal prossimo settembre nuovo Ceo. L’obiettivo è migliorare i dati della precedente edizione: 240 mila visitatori, di cui 138 mila trade, che hanno potuto visitare gli stand di 1.439 aziende su una superficie espositiva di 142.200 metri quadrati. In termini di visitatori, riscontri positivi all’ultima edizione sono arrivati anche dall’Europa, che ha registrato un incremento per quanto riguarda Paesi come la Turchia (+80% dal 2010 al 2012) e la Spagna (+14%).“Le aziende continuano a investire, incrementando lo spazio e il design dei loro stand – ha spiegato Goeke – Sono estremamente soddisfatto perché negli anni è aumentato sensibilmente il numero dei lanci di prodotto presentati all’Ifa, segno della rilevanza acquisita dalla fiera”. Per quest’anno non sono previste novità rilevanti in termini di organizzazione degli spazi, in attesa di un 2014 all’insegna della discontinuità.Durante le giornate dell’evento di presentazione della fiera, che quest’anno si autodefinisce “The new smart”, diversi momenti sono stati dedicati a offrire un quadro il più possibile preciso di un mercato in transizione in termini tecnologici ma anche geografici: all’Europa in frenata (in modo particolare al Sud) fanno da contraltare i Paesi emergenti, la cui rilevanza dipende dal settore preso in considerazione. Da segnalare, nel panel “Quale sarà la nuova ‘big thing’ in ambito tecnologico”, la partecipazione come relatore di Paolo Paglianti, caporedattore di You Tech, testata del gruppo Editoriale Duesse.