Connettiti con noi

Business

Serie A, ricavi da sponsor stabili: per ogni club 11 milioni

Calano leggermente gli incassi dalle sponsorizzazioni, ma restano comunque una fetta importante del fatturato di un club (circa il 13%). I maggiori incassi? Da trasporto aereo, scommesse e automobilistico

In questa stagione che sta per concludersi il business della Serie A di calcio registra un lieve calo alla voce ‘sponsor’, ma per il campionato 2010/11 i club hanno potuto contare su una media di 11 milioni a testa. È il bilancio tracciato da StageUp – Sport & Leisure Business, azienda specializzata nei servizi di consulenza e analisi nei mercati dello sport e del tempo libero, che registra un leggero calo nei ricavi da sponsor rispetto alla stagione 2009/10 (-1,1%). Dall’analisi della VII edizione dell’Annuario delle Sponsorizzazioni Sportive (ricerca che studia oltre 3.500 operazioni di sponsorizzazione in tutti gli sport)emerge che per molte società calcistiche lo sponsor è la seconda fonte di introiti dopo i diritti televisivi e vale il 12,9% del fatturato. Nella stagione in corso i ricavi da sponsor della Serie A sono sostenuti in particolare dai settori trasporto aereo (vedi Fly Emirates per il Milan), giochi e scommesse e automobilistico. Questi soli tre comparti valgono insieme poco più di 33 milioni di euro, quasi il 60% della raccolta fra i main sponsor di maglia. Un po’ diversa la situazione relativa alla numerosità dei contratti. In questo caso prevalgono i comparti scommesse e bancario che rappresentano assieme il 40% dei marchi principali presenti sulle maglie. Allargando l’analisi al complesso dei quasi 700 accordi fra sponsor e club del massimo campionato analizzati dall’Annuario delle Sponsorizzazioni Sportive, si nota invece una maggiore presenza di aziende dei settori alimentare (11,7%), seguite da quelle dei servizi (11,1%) e dell’ abbigliamento (8,8%).