Connettiti con noi

Marketing

Sanremo 2024: ecco gli sponsor che porteranno 60 milioni a Rai Pubblicità

La 74esima edizione del Festival avrebbe già superato gli obiettivi di raccolta. Tagliavia (Rai Pubblicità): “Un anno significativo per la raccolta pubblicitaria”

Sanremo-Rai-sponsor Credits: Rai

È tutto pronto per la 74esima edizione del Festival di Sanremo, la quinta consecutiva (e ultima?) sotto la direzione artistica di Amadeus. Se gli ascolti andranno “conquistati” serata dopo serata, il Festival in programma da questa sera a sabato 10 febbraio, sembra aver già vinto la gara della raccolta pubblicitaria: gli sponsor che hanno aderito a Sanremo dovrebbero portare in dote a Rai una cifra vicina ai 60 milioni di euro.

Da Coca-Cola a VeraLab: gli sponsor del Festival di Sanremo

Cifra frutto di elaborazioni del Sole 24 Ore a partire dalle stime dei centri media ma che, se confermate, supererebbero di ben 10 milioni la raccolta del Festival di Sanremo dello scorso anno, ma anche l’obiettivo della stessa concessionaria Rai Pubblicità.

Costa Crociere, Eni con Enilive e Plenitude e Suzuki sono solo alcuni dei partner istituzionali che hanno aderito all’edizione 2024 di Sanremo. A questi si aggiungono sponsor come poltronesofà, Generali, Sephora (make-up partner), VeraLab (skincare partner), Mutti e CocaCola. Presenti sul territorio anche i brand Ciobar e The Mall Sanremo che si sono legati alle attività onfield della kermesse.

Tutti i partner saranno protagonisti di diverse attività come, ad esempio, le esibizioni dalla nave Costa Smeralda di Costa Crociere, il green carpet di Eni con Enilive e Plenitude, il Suzuki Stage di Suzuki, Casa Coca-Cola di Coca-Cola.

Altre partnership riguardano Ovs: lo store di Sanremo sarà una delle location dalle quali trasmetterà in diretta Rai Radio 2, la radio ufficiale del festival. Approda in città anche Fantasanremo, presente al primo piano del Forte Santa Tecla con una sala lounge dedicata.

Un Festival “diffuso”

“Sarà un anno significativo per la raccolta pubblicitaria, un altro Sanremo che ci rende contenti”, ha dichiarato Gian Paolo Tagliavia, amministratore delegato di Rai Pubblicità, nella conferenza stampa della concessionaria dal Roof dell’Ariston, rimandando però a fine Festival il ‘consuntivo’ della raccolta.

Un Festival sempre più evento “diffuso”, come dichiarato dal manager, grazie a tutta una serie di eventi corollari alle cinque serate che hanno preso corpo già dallo scorso sabato moltiplicando i luoghi di aggregazione. “I nostri investitori non vengono solo a ‘fare pubblicità’, ma a dare un contributo”, ha confermato Tagliavia ricordando il rinnovo delle partnership con brand quali VeraLab, Sephora, Eni, Generali, Suzuki e i nuovi ingressi.

“La presenza dei brand al Festival non ha a che fare solo con il ‘mero’ fatturato, ma ha anche un impatto sulla componente editoriale, un racconto che va al di là del ‘semplice’ investimento”, ha aggiunto Marcello Ciannamea, direttore prime time e intrattenimento Rai. “Questa integrazione è diventata sempre più sofisticata e attenta, di qualità, un termine che useremo spesso. È un Festival che parla a tutti, nelle varie location e piazze, anche grazie e attraverso la partecipazione dei brand investitori”.

Conferma Amadeus, presentatore e direttore artistico: “I partner sono parte integrante dello spettacolo e lo trovo corretto. Sono cresciuto col pensiero che lo sponsor aiuti a realizzare i programmi, a renderli più popolari, è un contributo che ritengono fondamentale”.