Rai Pubblicità sperimenta gli spot interattivi

Si comincia con i device Android. E la concessionaria conta di chiudere l’anno con un -7/8%

Dopo i risultati positivi del trimestre settembre-novembre (+7% a settembre e ottobre e quasi +3% a novembre, rispetto ai mesi 2012), Rai Pubblicità, la concessionaria della Tv di Stato, conta di chiudere il 2013 con un -7/8%, in ripresa rispetto al -23,5% del 2012. Il dg Rai Luigi Gubitosi ha inoltre previsto una leggera ripresa per il 2014. Intanto, allo Iab Forum, l’a.d. della concessionaria Fabrizio Piscopo ha presentato le ultime novità Web, a partire dal Second Screen, lanciato insieme a RaiNet con una nuova release dell’app Rai.tv. Si tratta di un servizio che consente di sincronizzare azioni interattive su smartphone e tablet alla messa in onda degli spot tramite una funzione di riconoscimento dell’audio dell’app Rai.tv: il servizio è partito in via sperimentale con la versione Android dell’app, cui seguirà la versione iOs. L’interazione, al momento, avviene con autopromo di Rai.tv. Dall’app sarà anche possibile rispondere a un sondaggio, ottenendo un video e prossimamente, altri omaggi, come coupon di sconto legati ai brand. Crescono inoltre le performance Rai sul Web: gli utenti unici su Rai.it e Rai.tv sono aumentati del 28%, mentre il nuovo sito Rainews.it, online dal 1° dicembre, ha registrato nelle prime 24 ore di attività 1,3 milioni di contatti. RaiNet ha proposto infine una app gratuita destinata alle Smart Tv Samsung e Lg, corredata di spazi commerciali gestiti dalla concessionaria che consentono di accedere alla programmazione delle reti generaliste in onda nei sette giorni precedenti.

© Riproduzione riservata