Olimpiadi: a Warner Bros. Discovery ed Ebu i diritti 2026-2032

Il Comitato olimpico internazionale prolunga l’intesa con la multinazionale nata dalla fusione tra Warner Bros. e Discovery, che trasmetterà sulle sue piattaforme anche i Giochi di Milano-Cortina

Warner Bros. Discovery si conferma la “Casa dei Giochi Olimpici in Europa”. Dopo i diritti televisivi a livello europeo per il 2018-2024, il Comitato Olimpico Internazionale ha annunciato di aver assegnato alla multinazionale, sempre a livello europeo, i diritti streaming e pay per le edizioni dal 2026 al 2032. Le trasmissioni free-to-air (200 ore di trasmissione per le Olimpiadi estive, 100 per quelle invernali) sono state assegnate, invece, a Ebu, l’associazione delle tv pubbliche europee.

La decisione del Cio arriva in seguito all’offerta congiunta presentata da Ebu e Warner Bros. Discovery per l’acquisizione dei diritti media in 49 Paesi europei per i XXV Giochi Olimpici Invernali di Milano Cortina 2026, i Giochi della XXXIV Olimpiade di Los Angeles 2028, i XXVI Giochi Olimpici Invernali del 2030 e i Giochi della XXXV Olimpiade di Brisbane 2032, nonché per i Giochi Olimpici Giovanili nello stesso periodo.

“Siamo lieti di aver raggiunto un accordo di lungo periodo con due delle principali società media al mondo”, ha commentato il presidente delComitato olimpico internazionale, Thomas Bach. “Ebu e i suoi partner garantiranno un’impareggiabile esperienza in tutta Europa, mentre Warner Bros. Discovery rappresenta una delle più grandi società di media e intrattenimento al mondo per tutti i generi e su ogni piattaforma”.

Per Warner Bros. Discovery, l’annuncio rafforza il ruolo di Home of the Olympics in Europa. In base al nuovo accordo, solo su Warner Bros. Discovery si potrà vedere ogni istante dei Giochi, live streaming sulle proprie piattaforme digitali e in diretta pay-TV sui canali pay come Eurosport. “In attesa di quelli che si preannunciano gli straordinari Giochi Olimpici di Parigi 2024, siamo felici che Warner Bros. Discovery rimanga l’unico luogo in cui i fan potranno seguire ogni momento delle quattro edizioni successive”, ha commentato Andrew Georgiou, President e Managing Director di Warner Bros. Discovery Sports Europe. “Siamo grati di collaborare con l’European Broadcasting Union e i suoi partner nelle prossime tappe del nostro percorso olimpico, estendendo l’impegno preso insieme al Cio nel 2015 di raggiungere il più ampio numero di spettatori, grazie a una copertura estesa e accessibile dei Giochi Olimpici”.

Questo accordo, ha confermato Delphine Ernotte Cunci, presidente dell’European Broadcasting Union e Ceo di France Télévisions, “rappresenta una svolta per i media del servizio pubblico, dimostrando la forza e l’unione della nostra Union. Grazie ai suoi partner, l’Ebu ha il potenziale per raggiungere oltre un miliardo di spettatori in tutta Europa attraverso piattaforme lineari e non lineari”.

© Riproduzione riservata