Mediobanca: le principali società in Italia per fatturato

Pubblicato lo studio di Mediobanca su oltre 3200 aziende del nostro Paese. Enel al top per fatturato (135,7 miliardi), Generali guida il comparto assicurativo

Mediobanca-Premier-Piazzetta-CucciaUna foto di Piazzetta Cuccia, ingresso della sede di Mediobanca a Milano

Sono tre società del settore energetico e petrolifero a comporre il podio della classifica dei fatturati 2022 in Italia. È quanto emerge dallo studio Le Principali società italiane 2023 realizzato da Mediobanca prendendo in esame alcuni dati di bilancio degli ultimi due esercizi (2022 e 2021) relative a oltre 3.200 società tra gruppi e imprese.

Enel al top per fatturato. L’analisi di Mediobanca

In base alla classifica, Enel è la prima società in Italia nel fatturato, con ricavi vicini ai 135,7 miliardi; segue Eni con 132,5 miliardi di euro e Gse (Gestore dei servizi energetici) con 120,6 miliardi. Quarto posto per Edison (29,6 miliardi), che guadagna cinque posizioni rispetto allo scorso anno, mentre Fca Italy (ora Stellantis) è il primo gruppo manifatturiero con un fatturato 2022 di poco superiore ai 24 miliardi di euro.

Eni si conferma la prima azienda per utili (13,9 miliardi di euro nel 2022), seguita da Enel con (1,7 miliardi) e Poste Italiane (1,5 miliardi). Al primo posto per perdite si trova invece Telecom con 2,9 miliardi di euro, anche se in sensibile miglioramento rispetto al 2021 (-8,7 miliardi).

Intesa Sanpaolo prima banca in Italia

La classifica delle prime 20 banche italiane (in base al totale attivo tangibile), stilata da Mediobanca nel suo studio non subisce notevoli variazioni. Il podio vede stabile al primo posto Intesa Sanpaolo il cui attivo tangibile è pari a 965,7 miliardi di euro (-8,9% rispetto al 2021) davanti a UniCredit (855,4 miliardi, -6,5%): le due banche hanno un attivo tangibile pari al 95% del Pil italiano.

Generali al top nel comparto assicurativo

Nel comparto assicurativo Generali mantiene il dominio assoluto della Top10 dei gruppi con premi lordi che, grazie alla sua struttura multinazionale e al consolidamento integrale del gruppo Cattolica Assicurazioni (ora Genertel) dal 2021, ammontano nel 2022 a 79,8 miliardi di euro ovvero il 59,2% del totale realizzato dall’intero comparto. Seguono il gruppo Poste Vita con 17,6 miliardi e Unipol Gruppo con 12 miliardi.

© Riproduzione riservata