Abbonamento Disney+: ecco il piano con pubblicità. I costi in Italia

A poco meno di un anno dal lancio negli Stati Uniti, l’offerta si attiva anche in altri Paesi. Cosa cambia per gli utenti

Abbonamento Disney+David Peperkamp/iStockPhoto

A novembre si apre una nuova fase per la concorrenza nel mondo streaming. Anche in Italia. Dal 1° del mese sarà infatti attivo il piano di abbonamento Disney+ con pubblicità.

I costi dell’abbonamento Disney+: tre piani disponibili

Con l’Italia, l’offerta diventa disponibile anche in Canada, Regno Unito, Francia, Germania, Svizzera, Spagna, Norvegia, Svezia e Danimarca. Diventano quindi tre le opzioni di abbonamento disponibili per gli utenti.

Il piano Standard con pubblicità è disponibile solo tramite abbonamento mensile, a 5,99 euro al mese, consente un massimo di due streaming simultanei, nessuna possibilità di download, qualità video fino al Full HD 1080p, audio 5.1 e stereo.

Due le offerte senza pubblicità, Standard e Premium, appunto. L’abbonamento Standard ha un costo di 8,99 euro al mese (89,99 euro l’anno), consente un massimo di due streaming simultanei, download, qualità video fino al Full HD 1080p, audio 5.1 e stereo.

Leggi anche: La stretta sulla password di Disney+

L’abbonamento Premium, infine, ha un costo mensile di 11,99 euro (119,9 l’anno), quattro streaming simultanei, download, qualità video fino al 4K UHD e Hdr, audio Dolby Atmos.

I clienti con un abbonamento Disney+ potranno mantenere l’abbonamento attuale, che viene rinominato Disney+ Premium (le tariffe verranno adeguate dalla prima data di fatturazione a partire dal 6 dicembre) oppure possono scegliere di passare agli altri due piani.

I numeri di Disney+

Secondo i dati della terza trimestrale diffus da The Walt Disney Company, la piattaforma Disney+ conta 105,7 milioni di abbonati globali, per un incremento dell’1% rispetto al 1° aprile 2023.

Di questi, 45 milioni sono attivi in Usa e Canada (-1%) e 59,7 milioni a livello internazionale (+2%, sono esclusi i dati di Disney+ Hotstar). L’area direct-to-consumer vede un incremento dei ricavi del 9% (5,5 miliardi) nel trimestre e del 12% nei primi nove mesi del 2023 (a 16,3%) a fronte di un reddito operativo in recupero, ma sempre in rosso.

Nel trimestre, la crescita è del 52% (a -512 milioni), mentre nei nove mesi è del 12% (a -2,24 miliardi). Il risultato si deve a una minore perdita di Disney+ e Espn+ e maggiore redditività di Hulu.

A livello di gruppo, i ricavi del Q3 2023 crescono del 4% (a 22,3 miliardi di dollari), mentre i primi nove mesi dell’anno fiscale (al 1° luglio 2023) vedono una crescita dell’8%, per complessivi 67,6 miliardi di dollari.

Il trimestre vede una perdita di 134 milioni di dollari, mentre il risultato dei nove mesi (total segment operating income) è in flessione rispetto al periodo precedente, da 10,5 miliardi a 9,8 miliardi. Il segmento Disney Media and Entertainment Distribution vede ricavi in leggera flessione (-1%) nel trimestre, da 14,1 miliardi a 14 miliardi di dollari, per un reddito operativo in flessione del 18% (a 1,13 miliardi).

© Riproduzione riservata