Connettiti con noi

Business

Macy’s rifiuta l’acquisizione proposta da Arkhouse e Brigade

Secondo la catena Usa di grandi magazzini, le due società non sono riuscite a fornire prove di un piano di finanziamento fattibile. Il presidente e a.d. Gennette: “Continuiamo a essere aperti a opportunità che sono nel migliore interesse della società e di tutti i nostri azionisti”

architecture-alternativo Credits: Photo by Michael M. Santiago/Getty Images

Macy’s, Inc. ha confermato di aver ricevuto una proposta non richiesta e non vincolante da parte di Arkhouse Management Co. LP e Brigade Capital Management, LP per acquisire tutte le azioni in circolazione della società a 21 dollari per azione lo scorso 1 dicembre 2023. Il Consiglio di amministrazione della catena Usa di grandi magazzini si è consultata con i suoi consulenti legali, finanziari e immobiliari indipendenti e ha stabilito che l’offerta non costituisce una base per stipulare un accordo.

Il CdA e il team di gestione di Macy’s  si impegnano a generare valore a lungo termine e hanno una mentalità aperta sul percorso migliore per raggiungere questo obiettivo, rivedendo regolarmente la struttura, le strategie e le leve di creazione di valore interne ed esterne dell’azienda.

Arkhouse e Brigade hanno fornito alcune informazioni aggiuntive, richieste relative al loro piano di finanziamento, che il Consiglio ha esaminato ma tali informazioni non sono riuscite a rispondere alle preoccupazioni in merito alla capacità delle due società di finanziare la transazione proposta.

“Il Consiglio di amministrazione e il team di gestione di Macy’s hanno una comprovata esperienza nella valutazione di un’ampia gamma di opzioni per aumentare il valore per gli azionisti. A seguito di un’attenta considerazione e degli sforzi per raccogliere ulteriori informazioni da Arkhouse e Brigade, il Cda ha stabilito che la proposta non è attuabile e che non riesce a fornire un valore convincente agli azionisti”, ha dichiarato in una nota Jeff Gennette, presidente e amministratore delegato di Macy’s. “Continuiamo a essere aperti a opportunità che sono nel migliore interesse della società e di tutti i nostri azionisti”.

Macy’s risulta in difficoltà finanziarie da qualche tempo. Il 12 dicembre si era diffusa la notizia di un’offerta da 5,4 miliardi di euro per i grandi magazzini Usa da parte di Arkhouse e Brigade, già azionisti del gruppo.