Intesa Sanpaolo scommette su SpaceX di Elon Musk

L’istituto ha annunciato un investimento nella società californiana tra i leader nel settore dell’esplorazione spaziale

Intesa Sanpaolo SpaceXPhoto by Tim Peake / ESA/NASA via Getty Images

Intesa Sanpaolo ha annunciato un investimento in SpaceX, la società californiana del co-fondatore e Ceo, Elon Musk, specializzata nel settore dell’esplorazione spaziale. L’operazione, si precisa in una nota della banca italiana, è in linea con il Piano d’Impresa 2022-2025, “che fa dell’innovazione uno dei suoi principali pilastri”.

Perché Intesa Sanpaolo punta su SpaceX

SpaceX è a oggi l’unica azienda privata capace di lanciare in orbita e riportare a terra un veicolo spaziale. Nel 2012, il Dragon è stato il primo veicolo spaziale commerciale a consegnare un cargo per e dalla Stazione Spaziale Internazionale; successivamente, nel 2020, Space X è stata la prima compagnia privata a trasportare delle persone nella medesima stazione.

Il suo Falcon 9 è tutt’ora il primo e l’unico modulo spaziale (rocket) riutilizzabile. Questo permette alla società di riutilizzare le componenti più costose del veicolo, riducendo quindi i costi di accesso ai viaggi spaziali.

Grazie a questi importanti risultati, SpaceX sta sviluppando il progetto Starship, una nuova generazione di veicoli spaziali di lancio completamente riutilizzabili, capaci di trasportare persone su Marte e verso altre destinazioni del sistema solare.

SpaceX può contare, inoltre, sulla sua vasta esperienza nel campo dei vettori spaziali e delle operazioni in orbita per sviluppare i più avanzati sistemi di comunicazione internet a banda larga. Starlink è il primo sistema satellitare internet più capillare a livello mondiale capace di offrire connessioni ad alta velocità in tutto il mondo, supportando servizi di streaming, giochi online, video-chiamate e altro.

Intesa Sanpaolo, in tale contesto, ha riconosciuto al settore aerospaziale un ruolo di particolare rilievo nello sviluppo delle economie mondiali e ha pertanto deciso di investire in un player che ha dimostrato “una visione d’avanguardia del prossimo futuro”.

© Riproduzione riservata