Google è il brand con la migliore reputazione

Seguono Microsoft e Disney. Sei le italiane in classifica, guidate da Ferrero. Restano fuori dalla Top colossi come Eni e Fca

«Chi sei è più importante di cosa fai»: è questo uno dei mantra su cui si costruirebbe il concetto di reputazione aziendale. E la prova la fornisce l’annuale classifica mondiale stilata da Reputation Institute, anticipata dal Corriere della Sera.

Nonostante i recenti guai aziendali e le accuse di monopolio, è Google a presiedere il vertice della Top 100 dedicata ai marchi con la più alta reputazione al mondo. Il secondo posto va a Microsoft, che anche lei non se la passa benissimo in termini di soddisfazione dei clienti…

Seguono Disney (3°), Bmw (4°) e Apple (5°), il cui 60% della reputazione dipendeva da Steve Jobs. Al sesto posto la Lego, davanti a Volkswagen, Intel, Rolex e Daimler. I parametri tenuti in considerazione, per valutare la reputation, sono: stima, fiducia, ammirazione, rispetto.

Quanto all’Italia, sono sei i brand tricolori in classifica: il primo tra questi è Ferrero, al 34° posto con un punteggio Csr di 66,8. Al 44° posto spicca Armani (66,3 punti), al 47° Pirelli, la sola a essere quotata in Borsa (66,1), al 60° Lavazza (65,4), al 73° Barilla (64,6), al 76° Benetton (64,4). Restano fuori dalla Top100 big come Fca ed Eni: a influire sarebbe il loro (basso) livello di reputazione in patria.

© Riproduzione riservata