Connettiti con noi

Business

Ford tramite una campagna social dice stop ai selfie al volante

Un giovane su quattro scatta foto o usa lo smartphone mentre guida, senza sapere quanto sia pericoloso

La moda del selfie da ormai svariati mesi ha letteralmente preso piede nella vita quotidiana della maggior parte dei giovani. Fin qui nulla di male, ma se questa nuova tendenza viene utilizzata anche alla guida le conseguenze possono diventare alquanto drammatiche. Da qui la decisione di Ford di lanciare una campagna per sensibilizzare i giovani alle conseguenze a cui potrebbero andare incontro nel farsi foto mentre sono alla guida della propria autovettura. Concentrarsi sullo smartphone e spostare lo sguardo, lasciando l’auto senza controllo per almeno 14 secondi, un’eternità in cui si possono percorrere anche diverse centinaia di metri.

È pericolosissimo, ma molti sembrano non saperlo, soprattutto i giovani. I selfie al volante, così come l’uso dei social network – scrolling, cioè far scorrere il dito sul display – sono prassi per almeno un giovane su quattro, sia in Italia che in Europa. Il programma Ford di corsi gratuiti di guida responsabile destinato ai giovani, che si terrà a Napoli il 17/18 giugno e a Padova il 23/24 giugno si concentrerà su questi temi. Inoltre, Ford ha creato anche due hastag: #noScrollingWhileDriving e #noSelfieWhileDriving – che accompagneranno la campagna di sensibilizzazione #FordSafe, lanciata da Ford in collaborazione con Microsoft Italia, Twitter Italia e Yahoo Italia.