Maxi acquisizione da 43 miliardi per Medtronic, che si sposta in Irlanda

La multinazionale statunitense, produttrice di dispositivi medici, acquisisce Covidien Plc. Dietro a una grande operazione finanziaria, c’è anche un vantaggio fiscale

Ben 42,9 miliardi di dollari tra cash e azioni da parte di Medtronic – il secondo maggior produttore di dispositivi medici dopo Johnson & Johnson – per acquisire l’irlandese Covidien Plc. Si tratta di una grandissima acquisizione per il settore farmaceutico, che permetterà a Medtronic di rafforzare la sua competitività grazie al portafoglio di forniture ospedaliere di Covidien, ma a far discutere sono i dettagli dell’operazione, che permetteranno all’azienda statunitense di spostare la sua sede a Dublino, sfruttando così l’ormai nota tassazione agevolata irlandese. In questo modo, come riporta un articolo de la Repubblica, Medtronic potrà “liberare” 14 miliardi di dollari di cassa che per il momento detiene fuori dai confini degli Stati Uniti, per evitare che vengano tassati alle condizioni della legge Usa. Secondo le ultime ricostruzioni, 14 multinazionali tra tech e pharma (tra le quali, anche Medtronic) avrebbero ben 500 miliardi di dollari custoditi offshore per non pagare le tasse a stelle e strisce.

Il ceo di Medtronic, Omar Ishrak, ha comunque precisato che il tax rate della compagnia (l’incidenza del Fisco sui profitti, ndr) resterà allo stesso livello. Il vantaggio del nuovo domicilio, si legge sul quotidiano, sarà la possibilità di usare meglio i profitti registrati al di fuori degli Usa. In questo caso, infatti, come già accade per altre società si farà in modo di farli figurare in Irlanda, per sfruttare appunto la tassazione agevolata.

© Riproduzione riservata