FederlegnoArredo acquisisce il controllo di Made Eventi

Alla federazione presieduta da Roberto Snaidero il 100% del capitale della società che gestisce le attività di Made expo, che sarà completamente riorganizzata

Primo passo di FederlegnoArredo verso la realizzazione di una rinnovata manifestazione di riferimento delle aziende italiane per il mercato nazionale e per quello internazionale. La federazione che riunisce i rappresentanti italiani della filiera del legno-arredo ha appena formalizzato l’acquisizione della quota di Made eventi Srl, di proprietà di Giulio Cesare Alberghini, assumendo così il controllo del 100% della società che gestisce le attività di Made expo, la principale fiera dell’architettura e delle costruzioni. L’operazione, come sottolineato dal presidente di FederlegnoArredo, Roberto Snaidero, assume un valore significativo nello scenario di sviluppo del progetto fieristico di Made expo. “Le nostre fiere, oggi, hanno bisogno di ripensare il proprio ruolo – ha affermato Snaidero – da vetrina a strumento di politica industriale e luogo deputato al networking”.E così l’associazione si prepara a un piano industriale di investimenti che prevede l’intera riformulazione del progetto di Made expo con l’obiettivo di dare vita alla fase di definitivo posizionamento della manifestazione che si muoverà attraverso tre linee guida: biennalità, specializzazione, internazionalità.

LA NUOVA MADE EXPO. Dal 2013, infatti, la fiera si terrà negli anni dispari, ogni due anni a ottobre; la sede resterà il quartiere fieristico di Fiera Milano Rho. La manifestazione sarà articolata in sei Salone verticali, costituiti da settori merceologici omogenei, caratterizzati da una forte individualità e una specifica comunicazione. Made expo darà il via, infine, a un format innovativo mirato all’accompagnamento delle aziende nei Paesi emergenti e sui mercati esteri prioritari. “Abbiamo lavorato a questa proposta fieristica rispondendo alle molteplici sollecitazioni venute dalle imprese e dai mercati – ha spiegato Giovanni De Ponti, direttore generale di FederlegnoArredo –I nostri sforzi sono orientati a proiettare la manifestazione tra i momenti di massima rappresentazione delle innovazioni e per questo abbiamo scelto la biennalità, consentendo così alle aziende di lavorare sui prodotti e sulla ricerca e offrendo servizi complementari nel periodo che intercorre tra un’edizione e l’altra”.

© Riproduzione riservata