Due fondi si contendono Acqua & Sapone

Il settore del private equity in corsa per la maggiore catena italiana di prodotti per l’igiene personale, profumeria e pulizia della casa

Il fondo Tdr Capital acquisisce Acqua & SaponeShutterstock

Due fondi di private equity internazionali come Tdr Capital e Clayton, Dubilier & Rice sono in lizza per conquistare il controllo di Acqua & Sapone, la grande catena italiana di prodotti per l’igiene personale, profumeria e pulizia della casa che attualmente appartiene all’americana Hig Capital, attualmente uno dei principali fondi di investimento internazionali nel settore del private equity e degli alternative asset con circa 59 miliardi di dollari di capitale in gestione.

Chi punta al controllo di Acqua & Sapone

Secondo indiscrezioni riportate dal Sole 24 Ore, la cessione e quindi l’inaspettato riassetto azionario potrebbero concretizzarsi entro un paio di settimane. In particolare, Tdr Capital ha già consegnato le sue manifestazioni d’interesse. Il fondo britannico, molto attento al settore del retail, in Italia aveva già esplorato il mondo de La Piadineria prima del passaggio a Cvc Capital, un altro fondo che a sua volta avrebbe visionato il dossier di Acqua & Sapone.

In corsa ci sarebbe anche Clayton, Dubilier & Rice, società di private equity statunitense, fra i maggiori operatori internazionali del settore. Non mancherebbe, inoltre l’interesse da parte di alcune banche d’affari internazionali.

I numeri dell’azienda

Attualmente la catena di drugstore, accreditata di una quota di mercato del 34% nel segmento dei non-food value retailers, possiede una rete di oltre 800 negozi distribuiti su tutto il territorio nazionale e offre lavoro a più di 5 mila persone. L’azienda ha raggiunto un fatturato consolidato di oltre 1,2 miliardi di euro con un margine operativo lordo di 150 milioni di euro.

© Riproduzione riservata