Elica: fatturato in calo, ma margini stabili e resta l’utile

L’a.d. Cocci: “Con un fatturato simile, nel 2018 Elica perdeva 1 milione, oggi porta casa un net profit di 10 milioni”

Giulio-Cocci-Elica-FatturatoGiulio Cocci, amministratore delegato di Elica

L’inevitabile calo della domanda che sta caratterizzando l’intero settore degli elettrodomestici ha inevitabilmente impattato sul fatturato di Elica, multinazionale di Fabriano (An) attiva nei sistemi aspiranti da cucina e motori elettrici per elettrodomestici e caldaie da riscaldamento. Ma la società guidata da Giulio Cocci ha saputo navigare in acque agitate, riuscendo a difendere la marginalità (l’Ebita resta intorno al 10%) nel 2023 e chiudendo l’anno comunque con un utile netto di circa 12 milioni di euro, anche se in calo del 43%.

Il fatturato di Elica nel 2023

Il fatturato di Elica nel corso dello scorso anno è sceso del 13,7% a 437,2 milioni di euro. Un risultato, si precisa dalla multinazionale italiana, “riconducibile a una persistente flessione della domanda, principalmente dovuta all’incertezza generata dal rallentamento economico, amplificato dall’alto costo del denaro e dalle persistenti tensioni geopolitiche”.

Secondo l’amministratore delegato di Elica, Giulio Cocci, i risultati economici e finanziari del 2023 “confermano che questa azienda è cambiata. Nel 2018, con un livello di fatturato simile e in assenza del pesante impatto negativo della inflazione dell’ultimo biennio, Elica perdeva un milione, oggi porta a casa oltre 10 milioni di Net Profit. Siamo riusciti a difendere i margini e la cassa, grazie alla flessibilità della nostra struttura industriale e alla capacità di contenere i costi, ma soprattutto grazie al profondo cambiamento realizzato da una squadra eccezionale negli ultimi tre anni”.

Le previsioni per il 2024

Sulla base delle previsioni dell’azienda, le prospettive per i prossimi mesi indicano un ulteriore declino nella domanda, sia nel segmento Cooking che in quello Motori, e un prezzo medio di mercato in calo a causa della forte concorrenza. “Tuttavia, il Gruppo mantiene un impegno costante nel preservare le quote di mercato e il margine operativo, anche grazie a una gamma completa nel settore Aspirazione e all’ampliamento della gamma di prodotti nel settore del Cooking – come, ad esempio, “LHOV” – e alle opportunità legate al mondo dei Motori, quali la commercializzazione delle pompe di calore. Al fine di supportare il lancio dei nuovi prodotti e il riposizionamento del brand, e porre così le basi per la ripresa della crescita del fatturato, il 2024 sarà quindi caratterizzato da significativi investimenti nei mercati di riferimento del Gruppo”.

Anche in quest’ottica, lo scorso novembre è stato annunciato il closing dell’accordo per l’acquisizione del 100% di Ag International, società distributrice per il marchio Elica e Kobe in Canada, ampliando in questo modo la presenza diretta nella distribuzione sul mercato del Nord America.

“Continueremo a scommettere su noi stessi, investendo nell’ampliamento dell’offerta prodotti, nelle opportunità che arrivano dalla transizione energetica, nell’espansione della rete di distribuzione e nella nostra brand identity”, ha concluso l’a.d. Cocci. “La recente sponsorship siglata con Ducati s’inserisce perfettamente in questa strategia, volta a valorizzare eccellenza, qualità, performance, tecnologia e italianità, che da sempre ci contraddistinguono”.

© Riproduzione riservata