Connettiti con noi

Business

Tecnologia di consumo: si salvano solo gli smartphone

Il rapporto GfK Temax Italia evidenzia la difficoltà di elettrodomestici, informatica, fotografia e soprattutto dell’elettronica di consumo

I risultati di GfK Temax Italia per il primo trimestre 2012 diffusi in questi giorni evidenziano un mercato italiano dei Technical Consumer Goods con marginali segnali di ripresa, ma ancora in difficoltà. Il 2012 infatti si è aperto con un giro d’affari di poco superiore ai 4 miliardi di euro, in deciso calo rispetto al primo trimestre del 2011 (-11,7%).La telefonia è l’unico settore positivo (+7,3%), con un giro d’affari che ammonta a 780 milioni di euro, grazie al trend positivo degli smartphone che traina il comparto. All’interno di questo segmento si osserva una polarizzazione sempre più decisa verso due sistemi operativi, iOS e Android. Il trend dei piccoli elettrodomestici rimane negativo, con un giro d’affari di 350,7 milioni di euro e una flessione del 5,6%. Quello della preparazione cibo è il segmento che più sostiene il comparto cucina, insieme ai frullatori a immersione e al segmento alto di gamma delle impastatrici. Dopo un inizio di stagione invernale estremamente negativo, l’home comfort mostra nel primo trimestre 2012 un segno positivo grazie all’apporto del riscaldamento elettrico. Passando all’informatica il rapporto GfK Temax evidenzia come il comparto cala del 9,7% attestandosi su un giro d’affari di circa 792 milioni di Euro. La crescita di tablet e Networking, non riesce a controbilanciare il crollo del mercato più importante rappresentato dai Mobile computing. Il settore dei grandi elettrodomestici, nel primo trimestre del 2012, non riesce ancora ad invertire, per nessuno dei prodotti, le tendenze negative ormai consolidatesi degli ultimi periodi, perdendo il 13,7% con un fatturato di 734 milioni di euro. Tra i vari comparti la fotografia è tra quelli che registrano una delle contrazioni maggiori (-20,2%), con il segmento delle fotocamere compatte più in difficoltà, i cui andamenti negativi influenzando il trend generale del mercato. Bene le mirrorless e altalenanti le reflex, in ripresa a marzo. Una nota particolarmente dolente arriva dall’elettronica di consumo che nei primi tre mesi del 2012 registra una pesante flessione (-25,1%) e un giro d’affari complessivo di circa 854 milioni di euro. Tecnologia 3D e Smart TV non sono in grado di sostenere le vendite delle Tv che continuano a registrare trend negativi.